Eventi

 
Visualizza come: GrigliaCalendarioMappa
 
"CULT CITY" #inLombardia Pavia Capitale Longobarda, città dei Saperi e dei Sapori

dal 06/04/2017  al 01/01/2018
centro storico
centro storico, Pavia
 

Attraverso il fil-rouge di Pavia, capitale dei Longobardi, la città sarà sotto i riflettori per un intero anno di appuntamenti destinati a valorizzare, promuovere e migliorare il territorio nell'anno del Turismo Lombardo. Pavia Capitale Longobarda, città dei Saperi e dei Sapori (presentata dal Comune di Pavia attraverso i settori Cultura e Turismo e Servizi al Cittadino e all'Impresa) prevede l'alternanza di eventi estemporanei, come mostre, rassegne e iniziative culturali di diverso genere, con interventi strutturali e duraturi di valorizzazione e riqualificazione urbana. Che cosa è Cult City? Undici capitali d'Arte da scoprire e collezionare, una dopo l'altra. I capolavori da non perdere, le esperienze a filo d'acqua, i percorsi a ritmo lento, i luoghi dove l'orizzonte è sempre più lungo, i tesori Patrimonio Unesco, i grandi eventi e molto altro, è questo "Cult City #inLombardia". Nell'Anno del Turismo, Regione Lombardia, Explora, Dmo di Regione Lombardia, e il Comune di Pavia, in collaborazione con Unioncamere Lombardia lanciano "Cult City #inLombardia" progetto che vede le città di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Monza, Varese, Sondrio coinvolte in un piano strategico di promozione turistica unitario, innovativo e senza precedenti. Il progetto di Pavia Capitale Longobarda, città dei Saperi e dei Sapori porta come suo testimonial d'eccezione il celebre cantautore Max Pezzali, che racconterà con una serie di video i luoghi a lui cari della città. Tra gli investimenti strutturali, previsti nel progetto, rientrano la valorizzazione delle cripte longobarde, con i lavori di riqualificazione di S. Eusebio e di piazza Leonardo da Vinci, la ristrutturazione degli spazi di accoglienza (biglietteria) ed espositivi (sala VI) del Castello Visconteo, con il nuovo allestimento della Sala del Rivellino, la promozione e valorizzazione dei tourist point standard e l'attivazione di tourist point diffusi, il rafforzamento del sistema wi-fi cittadino, il potenziamento di piattaforme e applicazioni sugli eventi e luoghi della città, nonché la riqualificazione di luoghi cittadini della socialità attraverso la produzione e installazione di sedute Green Carpet (progetto di arredo urbano vincitore del concorso Urban Design Fest 2015). Un turbine di eventi coinvolgerà la città da aprile a dicembre e, mantenendo come comun denominatore il tema dei Longobardi, le attività si svilupperanno seguendo tre grandi canali: appuntamenti legati alla cultura, alle famiglie e ai bambini e all'enogastronomia. Si comincerà con la rassegna, in programma dal 26 al 29 maggio, dal titolo PASSATOFUTURO. La Pavia del sapere e i Longobardi, che prevede conferenze, laboratori didattici, visite guidate, installazioni floreali, incontri culinari di promozione dei prodotti del territorio e concerti, dislocati in diversi punti della città. A chiudere la rassegna, il 30 maggio, in occasione della Cult City Open Night, sarà il concerto organizzato al Teatro Fraschini per i 150 anni dell'Istituto Superiore di Studi Musicali Franco Vittadini, con i musicisti dell'orchestra, del coro e i solisti delll'ISSM Vittadini che, diretti dal Maestro Andrea Dindo, eseguiranno arie e sinfonie di Mozart. Tra le attività collaterali alla rassegna, sarà l'inaugurazione, negli spazi di Palazzo Bottigella Gandini, della mostra "Todo es nada", con opere e installazioni di Paul Renner e il concerto d'organo con cena a tema, il concerto jazz, presso il Palazzo Negri della Torre, "Extemporary vision ensamble" organizzato dalla Compagnia della corte in collaborazione con il FAI e il convegno "Palazzo Botta: una giornata tra scienza e storia a Pavia". Gli appuntamenti proseguono, a giugno, con il ciclo di Letture in Basilica, un calendario di sei incontri su "Le parole dell'anima", dove personalità di spicco della cultura commenteranno passi di libri sapienziali nelle Basiliche della città, e culmineranno il 31 agosto con l'inaugurazione della mostra Longobardi. Un popolo che cambia la storia, un grande progetto espositivo riguardante la civiltà longobarda. L'iniziativa, in programma al Castello Visconteo dal 1 settembre al 3 dicembre, proseguirà fino al 25 marzo 2018 al MAN di Napoli, e si concluderà al Museo Ermitage di San Pietroburgo, dove sarà allestita sino al 24 giugno 2018. Un pool dei massimi esperti scientifici in materia, 300 opere esposte, il coinvolgimento del territorio nazionale per una mostra che offre un rinnovato sguardo sulla civiltà longobarda. Frutto di una "coproduzione" tra Pavia, la capitale del Regno, e Napoli, città bizantina ma punto di riferimento (economico e culturale) del ducato di Benevento, Longobardi. Un popolo che cambia la storia riflette sulle relazioni e sulle mediazioni culturali che dominarono quei secoli. La mostra prevede diversi eventi collaterali, tra cui letture commentate sull'Adelchi in collaborazione con l'Università degli Studi di Pavia e la Società Dante Alighieri Comitato di Pavia. Maggiori informazioni cultcity.in-lombardia.it

Eventi per:  Per tutti0-99
 
Pavia, Piazza Leonardo da Vinci

dal 01/09/2017  al 03/12/2017
Centro storico
Centro storico, Pavia
 

Pavia si apre ai Longobardi, alla scoperta delle cripte. Per tutto il periodo della mostra Longobardi. Un popolo che cambia la storia, protagonista assoluta all'interno del Castello Visconteo, il turista può rivivere per un attimo la storia e gli antichi splendori, visitando - liberamente e gratuitamente - le cripte di Sant'Eusebio, San Felice e San Giovanni Domnarum. Gli orari di apertura delle cripte sono: S. Eusebio: venerdì dalle 14.30 alle 17.00; sabato e domenica dalle 11.00 alle 17.00;   San Felice: domenica dalle 14.00 alle 18.00;   S. Giovanni Domnarum: sabato e domenica dalle 15.00 alle 17.00. Si ringraziano l'Università degli Studi di Pavia, gli Amici dei Musei Pavesi, la Diocesi e l'associazione Aperti per Voi del Touring Club per aver consentito l'apertura straordinaria delle cripte cittadine.

Eventi per:  Per tutti0-99
 
 
Echi di civiltà longobarda a Pavia

dal 10/09/2017  al 26/11/2017
Centro storico
Centro storico, Pavia
 

Pavia si apre ai Longobardi e, accanto alla mostra Longobardi. Un popolo che cambia la storia, protagonista assoluta all'interno del Castello Visconteo, il turista può scoprire il fascino dell'antica Capitale di Regno percorrendo i luoghi della città e rivivendo per un attimo la storia e gli antichi splendori. Tutte le domeniche, dal 10 settembre al 26 novembre, sono previste Visite guidate alla scoperta di Pavia Longobarda che accompagneranno il pubblico tra Sant'Eusebio, San Felice, San Giovanni Domnarum, San Michele e San Pietro in Ciel d'Oro. Date delle visite 10, 17, 24 settembre   1, 8, 15, 22, 29 ottobre   5, 12, 19, 26 novembre Partenza dal Castello Visconteo (lato parco giochi) ore 15.00, durata della visita circa 2 ore. I visitatori possono partecipare gratuitamente alle visite guidate in città  esibendo il biglietto della mostra acquistato in un qualsiasi giorno dall'apertura. Per maggiori informazioni sull'itinerario della singola visita e per la prenotazione obbligatoria telefonare allo IAT:  0382.399790

Eventi per:  Per tutti0-99
 
Regine e Re longobardi
  Mostra

dal 14/09/2017  al 28/10/2017
 

La mostra nasce dall'intenzione della Biblioteca Universitaria di dare il proprio contributo alle manifestazioni dedicate ai Longobardi che animeranno l'autunno pavese. Si tratta un'esposizione realizzata prevalentemente con i materiali della Biblioteca, quindi manoscritti, libri, stampe e disegni. Potrebbe avere un sottotitolo: la fortuna critica dei sovrani longobardi, con particolare attenzione all'ambito pavese. A partire dall'Historia langobardorum di Paolo Diacono, di cui è esposta la copia in facsimile del manoscritto di Cividale XXVIII, appena realizzata e generosamente donata dall'Editore CAPSA Ars Scriptoria alla Biblioteca, storia e leggenda continuamente s'intrecciano. Regine e Re longobardi sono stati oggetto di opere letterarie, che vanno dal Bertoldo di Giulio Cesare Croce all'Adelchi di Alessandro Manzoni, ma hanno ispirato anche artisti in campo figurativo, così la Biblioteca espone le incisioni commissionate nel Seicento da Ottavio Ballada, le litografie a colori e oro realizzate da Franco Fraschini nel Novecento e infine, dei nostri giorni, le tavole originali di Marco Giusfredi, raccolte nel libro Tribolamenti longobardi che verrà presentato proprio in occasione dell'apertura della Mostra. Un doppio appuntamento, il 14 settembre alle ore 17, con l'inaugurazione della Mostra e la presentazione del libro, cui interverranno Luisa Erba, Gianfranca Lavezzi e Paolo Mazzarello. La mostra sarà visitabile dal 14 settembre al 28 ottobre. Orari: da lunedì a venerdi: 8.30-18.30 sabato: 8.30-13.30

Eventi per:  Per tutti0-99
 
Teodote

dal 16/09/2017  al 18/11/2017
Via Menocchio 26
Via Menocchio 26, Pavia
 

In contemporanea alla mostra Longobardi. Un popolo che cambia la storia, il turista può visitare l'antico monastero di Santa Maria Teodote, fondato in epoca longobarda, sede del Seminario Vescovile, e oggi straordinariamente aperto al pubblico. Paolo Diacono nell'Historia Langobardorum narra che Cuniperto, re dei Longobardi sul finire del VII secolo, si innamorò di Teodote, fanciulla di stirpe latina, e dopo averla violata la fece rinchiudere in un monastero che da lei prese il nome. Il cenobio benedettino, che dal XIII secolo fu denominato anche della Pusterla, nel Medioevo fu favorito da sovrani e imperatori. Il luogo è uno scrigno di storie e di arte tutto da scoprire: dai resti di torre di epoca longobarda, alle terracotte rinascimentali del chiostro, all'incantevole cappella del Salvatore. Le visite, realizzate in collaborazione con l'Associazione di promozione sociale Decumano Est e con il Seminario Vescovile, si terranno, con due turni alle ore 16.00 e alle ore 17.00, nei giorni: 16 settembre 21 ottobre 18 novembre Luogo di ritrovo: ingresso del Seminario Vescovile, Via Menocchio 26 - Pavia Le visite sono gratuite, ma è richiesta la prenotazione che si può effettuare al numero 348.0624218 e alla mail decumanoest@yahoo.it.

Eventi per:  Per tutti0-99
 
 
Pavia, Basilica di San Pietro in Ciel d'Oro

dal 16/09/2017  al 05/11/2017
Centro storico
Centro storico, Pavia
 

Visite guidate teatralizzate alla scoperta, tra aneddoti, curiosità e leggende, della Pavia Longobarda. In occasione della mostra Longobardi. Un popolo che cambia la storia, due percorsi teatralizzati 'Liutprando, il suo piede, il suo tesoro' e 'Ermengarda racconta' nei quali guide e attori accompagneranno i visitatori attraverso i luoghi della Pavia longobarda. Info: Partecipazione gratuita. Durata dei percorsi: 2 h. N. Massimo dei partecipanti: 25 per ogni visita. Prenotazione obbligatoria: mail@vieniapavia.it / 331 1905700 - 0382 995461 Di seguito il calendario degli appuntamenti:   Liutprando, il suo piede, il suo tesoro 16 settembre e 14 ottobre, due turni alle ore 14.30 e 17.00 Il sovrano in persona racconterà la sua storia. Liutprando, il grande re, ricordato per un piede. Era davvero quello il suo unico tesoro? Frustrato dall'idea di aver lasciato in eredità ai contemporanei cittadini solo una leggenda, mostrerà, a tutti coloro che vorranno ascoltarlo, la Basilica di San Pietro in Ciel d'Oro, gioiello della corte, custode di innumerevoli segreti. Racconterà la sua vita, la storia del rocambolesco recupero delle reliquie del Santo e Dottore della Chiesa Agostino, svelerà il misterioso luogo della sua sepoltura. Narrerà la vera storia del suo "equo" piede. Liutprando, attraversando la "cittadella", giungerà, con il suo pubblico, in un luogo al suo popolo altrettanto caro: San Giovanni Domnarum, dove Gundeperga, figlia della regina Teodolinda, fondò una basilica "decorata mirabilmente d'oro, d'argento e di pepli", e dotata di infinite ricchezze. Ecco i tesori del re, ecco i tesori dei Longobardi. Ermengarda racconta 1 ottobre e 5 novembre, due turni alle ore 14.30 e 17.00 Il fantasma di Ermengarda, figlia di Desiderio ultimo re dei Longobardi, accompagnerà curiosi ed appassionati tra le vie del centro storico, ripercorrendo la storia dei suoi avi dal loro arrivo in Italia sino agli ultimi giorni di vita della giovane principessa. Storie, leggende, vizi, curiosità saranno presentati, grazie ad un dialogo attivo con la guida, in alcuni luoghi simbolo cittadini. Il punto di partenza dell'itinerario teatralizzato sarà corso Garibaldi, in coincidenza del luogo in cui sorgeva l'antica Porta San Giovanni, a seguire una scena presso la Chiesa di San Michele ed un percorso nella faramannia longobarda per concludersi nella Cipta di Sant'Eusebio.

Eventi per:  Per tutti0-99
 
Adelchi

dal 23/09/2017  al 25/11/2017
 

Adelchi torna a rivivere a Pavia in occasione della mostra Longobardi. Un popolo che cambia la storia. Il figlio di Desiderio, l'ultimo re dei Longobardi, è protagonista all'interno del Castello Visconteo attraverso la voce e i movimenti di attori e docenti universitari. Si tratta di quattro appuntamenti, realizzati nell’ambito di CULT CITY e organizzati dall’Università degli Studi di Pavia e dalla Società Dante Alighieri Comitato di Pavia. I docenti Carla Riccardi, Giorgio Panizza, Dario Mantovani si alterneranno negli incontri per commentare i passi dell’Adelchi, letti dall’attore Davide Ferrari.   Ogni incontro, della durata di 1h30' ciascuno, si concentra su un passo scelto dell'opera manzoniana, per trattare un argomento che abbia un interesse contemporaneo e non solo storico-filologico.   Di seguito il calendario degli appuntamenti:   23 settembre (ore 16) I primi atti dell'Adelchi: i conflitti, il ripudio, la guerra, con Carla Riccardi 14 ottobre (ore 16) Né signori né servi: alle origini della nazione (Coro Atto III, «Dagli atri muscosi»), con Giorgo Panizza 4 novembre (ore 16) Romani o Longobardi? Quando la storia diventa poesia, con Dario Mantovani 25 novembre (ore 16) Il finale: sconfitta e morte degli eroi tragici, con Carla Riccardi Letture di Davide Ferrari

Eventi per:  Per tutti0-99
 
Plueteo Santa Maria Teodote

dal 23/09/2017  al 18/11/2017
Centro storico
Centro storico, Pavia
 

Cinque itinerari declinati al femminile e dedicati ai Longobardi. Una grande opportunità per esplorare Pavia longobarda in contemporanea alla mostra Longobardi. Un popolo che cambia la storia. Attraverso un ciclo di cinque appuntamenti i visitatori verranno condotti alla scoperta, o alla riscoperta di suggestivi luoghi della città di Pavia - cripte, antichi monasteri, chiese, strade - legati alla memoria di donne longobarde, regine notissime come Teodolinda o più oscure figure come Cuniperga, a volte protagoniste di intere pagine nell'Historia Langobardorum di Paolo Diacono, altre ricordate solo da una veloce menzione che basta tuttavia ad accendere l'immaginazione e a provare a ricostruirne la fisionomia partendo sempre dai luoghi fisici e dalla memoria. L'ingresso è libero. Di seguito il calendario degli appuntamenti:   23 settembre (ore 10.30) GUNDEPERGA E LA CHIESA DI SAN GIOVANNI DOMNARUM Ritrovo in Piazza del Carmine, Pavia Gundeperga, figlia di Agilulfo e Teodolinda fece costruire a Pavia una basilica in onore del beato Giovanni Battista, decorandola mirabilmente d'oro, d'argento, di tendaggi e arricchendola senza misura di ogni cosa necessaria (P.Diacono, Historia Langobardorum, IV, 47) 7 ottobre (ore 10.30) EPIFANIA E IL COMPLESSO DI SANTA MARIA DELLE CACCE Ritrovo in Via Scopoli, angolo Via Volta, Pavia Epiphania, vergine santa, nobile per nascita ma ancor più nobile per santità (J.Gualla, Historiae suae patriae..., V, 24) 21 ottobre (ore 10.30)  CUNIPERGA, SANT'AGATA AL MONTE E GLI ALTRI ANTICHI MONASTERI Ritrovo in Piazza del Duomo, Pavia Cunigperga matris dei ancilla (Lapide tombale di Cuniperga da Sant'Agata al Monte) 5 novembre (ore 15.30) ANSA E IL MONASTERO REGIO DI SAN FELICE Ritrovo in Piazza Botta, Pavia Ogni piena d'amor, ogni lume d'intelletto, ogni spendore di opere, tutti risiedevano insieme a te, Splendida Regina (P. Diacono, Epitaffio della Regina Ansa) 18 novembre (ore 10.30) TEODOLINDA E LA BASILICA DI SAN MICHELE MAGGIORE Ritrovo di fronte alla chiesa di San Michele, Pavia Teodolinda, regina dei Longobardi...voi continuate ad amare ciò che giova alla concordia e, dove si presenti occasione di ben meritare, sforzatevi di ognor più rendere le opere vostre grate agli occhi di Dio onnipotente (P.Diacono, Historia Langobardorum, IV, 9)  

Eventi per:  Per tutti0-99