Pavia è una città di ragazzi
Roberto Vecchioni
Puoi venire a vedere come è fatto il mondo sul serio venendo a Pavia
Philippe Daverio
 

Eventi in evidenza

 
PASSATOFUTURO La Pavia del sapere e i Longobardi

Dal 26/05/2017  Al 30/05/2017
centro storico
centro storico, Pavia
 

  Tra conferenze, concerti, installazioni, visite guidate, laboratori e convegni, si apre PASSATOFUTURO. La Pavia del sapere e i Longobardi, la rassegna che, attraverso il fil-rouge di Pavia, capitale dei Longobardi, accenderà i riflettori sulla città per cinque giorni di eventi e iniziative che coinvolgeranno tutta la cittadinanza.  La rassegna PASSATOFUTURO. La Pavia del sapere e i Longobardi si inserisce nel progetto Pavia Capitale Longobarda, città dei Saperi e dei Sapori - Cult City #inLombardia (presentata dal Comune di Pavia attraverso i settori Cultura e Turismo e Servizi al Cittadino e all’Impresa) che, nell’anno del Turismo lombardo, vede undici città capoluogo di regione coinvolte in un piano strategico di promozione turistica unitario, innovativo e senza precedenti. Pavia ha scelto, come testimonial per l’intero progetto, il celebre cantautore Max Pezzali, che racconterà con una serie di video i luoghi a lui cari della città (guarda il primo video su YouTube o sulla pagina Facebook Sapere Pavia). Scarica il pieghevole e scopri il programma completo Gli appuntamenti: Le Lezioni in piazza Leonardo da Vinci | La musica | Le visite guidate | Per i bambini | Gli eventi straordinari | I convegni | La notte speciale - Cult City Open Night     Le Lezioni in piazza Leonardo da Vinci Quattro grandi nomi della cultura affronteranno quattro temi legati solo indirettamente ai Longobardi. Si parlerà dell’idea di giustizia, del duello, delle contaminazioni, del rapporto fra leggi e società. Si tratta di un modo originale per ripensare all’eredità spesso intangibile che i popoli lasciano alle generazioni future. Il filosofo Salvatore Veca inaugurerà la rassegna con una lectio su L’idea di giustizia globale (26 maggio ore 18.30), lo scrittore (e schermitore) Andrea Bocconi affronterà il tema: Sul Duello. Ordalie, tenzoni e talk show (27 maggio ore 21), il biologo Carlo Alberto Redi si confronterà con l’Umanità geneticamente modificata. Da Neanderthal a sapiens passando per Liutprando (28 maggio ore 21), mentre l’ex pm Gherardo Colombo si soffermerà sull’Editto di Rotari: può la legge cambiare la cultura o è la cultura a scrivere la legge? (29 maggio ore 21).   Tutte le lezioni si terranno in Piazza Leonardo da Vinci (in Aula Magna in caso di pioggia). Torna su   La musica  Sono sette gli appuntamenti dedicati alla musica, che coinvolgeranno diversi luoghi del centro storico cittadino, a cominciare dalla Sala Politeama, che ospiterà (26 maggio ore 21), Pavia longobarda e altre storie, il concerto dei Fio' dla nebia (con intermezzi di Mino Milani, Paolo Mazzarello, Susanna Zatti). In contemporanea, nell’Auditorium dell’Istituto Vittadini, Pianoforte & Friends, concerto di Polona Tominec (fisarmonica) e Giovanna Gatto (pianoforte). Palazzo Negri della Torre ospiterà (27 maggio ore 16), Extemporary vision ensamble, il concerto jazz, a cura del FAI e della Compagnia della Corte, mentre Palazzo Botta vedrà protagonista (sempre il 27 maggio ma alle ore 17.30) La magia della natura e degli esseri viventi, il concerto del quartetto d’archi dell’Istituto Vittadini. A Palazzo Mezzabarba (29 maggio ore 19) sarà la volta del Consort Barocco de I Solisti di Pavia, musiche di V. Vivaldi e G. P. Telemann a cura della Fondazione Solisti di Pavia, seconda edizione della rassegna di musica da camera Cortili in Musica. A seguire (ore 21) sempre in piazza del Municipio, ma nella Chiesa di San Quirico e Giulitta, Kithara Consort, omaggio a Roberto Pinciroli. Concerto di chitarra a cura di Maurizio Preda. A chiudere gli appuntamenti musicali sarà piazza San Michele (29 maggio ore 21) con il Concerto d’arpa di Martino Panizza, a cura di Ass. Il bel San Michele o.n.l.u.s Pavia. Torna su   Le visite guidate Le visite guidate prevedono un interessante evento, in programma il 27 e il 28 maggio (ore 16 e ore 17), dal titolo Ermengarda racconta - preview, che si preannuncia come una visita guidata teatralizzata alla Cripta di Sant’Eusebio in piazza Leonardo da Vinci. Su prenotazione al 0382.995461; 331.1905700, mail@vieniapavia.it (max 25 persone). E alla sera del 28, alle ore 22.30, un’ulteriore visita in notturna alla Cripta di Sant'Eusebio, dal titolo Sant’Eusebio by night, su prenotazione al 0382.539638, info@dedalopv.it. Sempre il 28 maggio, ma alla mattina (ore 11.30) è in programma Alla scoperta di Pavia Capitale del Regno Longobardo, visita guidata ai luoghi di Pavia longobarda, su prenotazione al 348.0624218, info@progetti.pavia.it. Ritrovo a Santa Maria Gualtieri, Piazza della Vittoria. Il 29 maggio (ore 18) Cortili in musica - I fasti della nobiltà settecentesca, una vista guidata a Palazzo Mezzabarba. Torna su   Per i bambini  Il 27 e 28 maggio (ore 15.30), Creare con metalli preziosi... come i Longobardi, laboratorio per bambini (età 6 -11 anni) per creare una piccola opera in lamina di metallo, lavorata con la tecnica dello “sbalzo”. Prenotazione obbligatoria al tel. 0382.539638 - info@ dedalopv.it. Castello visconteo. Negli stessi giorni (ore 14.30 - 17.30), Un selfie con Alboino, storie, leggende del popolo longobardo, animazione nel cortile del Castello visconteo.  Il 27 maggio (ore 16), in Piazza della Vittoria, Laboratorio di battitura della moneta Tremisse stellato di Desiderio, con conio a martello, a cura di Langobardia Maior. Domenica 28 maggio in Aula del ‘400  (ore 15 e 17), Impariamo a riciclare, laboratorio di arte floreale per 20 bambini (età 4-12 anni). A cura del Sindacato Provinciale Fioristi aderente a Federfiori. Prenotazioni: 0382.372511 - mail: cartolini@ascompavia.it. Torna su   Gli eventi straordinari Sono numerosi ed eterogenei gli eventi straordinari, che inaugurano il 26 maggio con l’audio-installazione La voce di Carmelo Bene in piazza della Vittoria che farà rivivere L’Adelchi di Alessandro Manzoni, recitato da Carmelo Bene a Milano nel 1984. In contemporanea, e per tutta la durata della rassegna, sarà protagonista L’Aperitivo longobardo, per le vie del centro, durante il quale i bar del centro storico proporranno un aperitivo collegato a un concorso social. E per le vie della città si aggireranno figuranti che racconteranno momenti di vita longobarda. Il 27 maggio (ore 11-18) e il 28 maggio (ore 10-23) ci sarà l’apertura straordinaria della Cripta di Sant'Eusebio, che sarà protagonista anche di La cripta di Sant'Eusebio ri-fiorisce, l’allestimento floreale a cura del Sindacato Provinciale Fioristi aderente a Federfiori (27 maggio ore 11). Sempre il 28 maggio (ore 10.30) è in programma Pavia capitale del Regno Longobardo: nuove tecnologie per rinnovati percorsi turistici, presentazione degli esiti del progetto a Santa Maria Gualtieri, Piazza della Vittoria A completare gli appuntamenti speciali saranno il 27 maggio (ore 20.30) in piazza Leonardo da Vinci L’arte marziale dall'antichità ad oggi, dimostrazione di assalti a cura di CUS Pavia, sezione scherma, e il 28 maggio (ore 16) la Dimostrazione di combattimenti, a cura di Langobardia Maior in Piazza della Vittoria. Torna su   I convegni  Sono due i convegni protagonisti di questa rassegna, e si svolgeranno il 27 maggio. Dalle ore 9.30 alle ore 18, Palazzo Botta: una giornata tra scienza e storia a Pavia. Aula Spallanzani, piazza Botta 9. Mentre dalle ore 9.30 alle ore 12.30 nella Basilica di San Michele si terrà il Dalla scomunica alla incoronazione in san Michele: Arduino re d'Italia, a cura dell'Ass. Il bel San Michele o.n.l.u.s. Torna su   La notte speciale - Cult City Open Night  A chiudere la rassegna, martedì 30 maggio, sarà La notte speciale - Cult City Open Night, che coinvolgerà la città dal tardo pomeriggio e fino a notte fonda. Si comincia alle ore 17.30 in Santa Maria Gualtieri (Piazza Vittoria) con #narrarepavialongobarda, presentazione della videoinchiesta degli studenti dell'Istituto Statale Taramelli-Foscolo, Liceo Ugo Foscolo. Si prosegue alle ore 18.30 sempre a Santa Maria Gualtieri con il reading Giovanni Testori cantore di Lombardia, a cura della scuola di teatro del Teatro Fraschini, con il coordinamento di Angela Malfitano. Alle ore 19 è prevista la visita guidata Pavia da non perdere, a dieci luoghi simbolo della città (ritrovo a S.M. Gualtieri), mentre alle ore 21 presso il Teatro Fraschini andrà in scena il Concerto Da Mozart a Vittadini, con il coro, l’orchestra e i solisti dell'ISSM Vittadini diretti dal maestro Andrea Dindo, ingresso libero. Alle ore 21 nella piazza San Michele sarà protagonista il reading Giovanni Testori cantore di Lombardia, a cura della scuola di teatro del Teatro Fraschini, con il coordinamento di Angela Malfitano. La Notte si chiuderà alle ore 21.30 e alle ore 22.15 con San Michele dai Longobardi a Federico Barbarossa, visite guidate alla Basilica di San Michele a cura dell’Associazione Il bel San Michele o.n.l.u.s. Torna su

Eventi per:  Per tutti0-99
BambinFestival 2017

Dal 13/05/2017  Al 28/05/2017
di Pavia
di Pavia, Pavia
 

BambInFestival è il primo festival della città di Pavia interamente dedicato ai bambini, realizzato grazie alla sinergia e la collaborazione di più di 100 associazioni ed enti del territorio. 180 eventi in 16 giorni. Tutti a ingresso gratuito. Ogni giorno sono previste iniziative ed attività di varie tipologie e per tutte le età. PROGRAMMA: Inaugurazione: 13 maggio 14 MAGGIO 15 MAGGIO 16 MAGGIO 17 MAGGIO 18 MAGGIO 19 MAGGIO 20 MAGGIO 21 MAGGIO 22 MAGGIO 23 MAGGIO ​Scoprile nel programma su www.bambinfestival.org

Eventi per:  Adulti, Famiglie10-50, Per tutti0-99, Bambini0-14
 
Vittadini Jazz Festival

Dal 17/05/2017  Al 19/06/2017
centro storico
centro storico, Pavia
 

Si terrà la prima edizione del "VITTADINI JAZZ FESTIVAL", con alcuni appuntamenti di Anteprima Festival tra maggio e giugno. La rassegna musicale si propone varia ed originale, in quanto coinvolge, oltre al dipartimento di Jazz del Conservatorio di Pavia, altre tre scuole di jazz provenienti dai Conservatori di Bologna, L'Aquila e Rovigo.  Si presenta quindi come un'importante occasione di collaborazione e di unione tra alcune scuole di jazz italiane, con docenti di prestigio che presenteranno un programma musicale ad hoc per questo appuntamento. I concerti saranno aperti da una formazione scelta tra alcuni studenti particolarmente meritevoli dei vari Dipartimenti di Jazz.  Oltre ai quattro concerti in programma il 14, 16, 17 e 18 giugno, l'iniziativa prevede altri concerti e Jam Sessions a cura di studenti, insegnanti e "amici" dell'Istituto, in altri luoghi della città particolarmente legati al Jazz. Sono infine in programma, presso l'Auditorium dell'Istituto, due masterclass: giovedì 15 giugno, alle ore 10, a cura del Prof. Max Ionata, docente del Conservatorio de L'Aquila per il saxofono jazz, con la collaborazione del Prof. Luca Segala, e sabato 17 giugno 2017, alle ore 10, a cura della Prof.ssa Diana Torto, docente del Conservatorio di Bologna per il canto jazz, con la collaborazione della Prof.ssa Francesca Ajmar. I concerti, che cominciano alle ore 21, sono a ingresso libero; in caso di maltempo si svolgeranno presso il Cinema Teatro Politeama. PROGRAMMA: Aspettando "Vittadini Jazz Festival"    17, 26, 31 maggio, 7 giugno - ore 18.00 presso Libreria Il Delfino, Libreria Cardano, e in Piazza della Vittoria - Pavia a cura degli studenti del Dipartimento di Jazz del Conservatorio di Musica  "F. Vittadini" - Pavia Vittadini Jazz Festival  domenica 11 giugno - ore 18.00    Anteprima "Vittadini Jazz Festival " in collaborazione con la Libreria Cardano - Pavia: Vittadini Saxophone Ensamble quintetto di sax - a cura del Prof. Luca Segala: Andrea Bruschi  sax alto e soprano Luis Urgiles  sax alto e tenore Sofia Curone  sax alto Gabriele Roscio  sax alto Dario D'Uva  sax baritono mercoledì 14 giugno - Piazza Leonardo da Vinci - ore 21.00 Dipartimento di Jazz del Conservatorio di Musica "Alfredo Casella" - L'Aquila: ConsAquartet Max Ionata  sax tenore Paolo Di Sabatino  pianoforte  Luca Bulgarelli  contrabbasso Glauco Di Sabatino  batteria apertura concerto a cura degli studenti: Annalisa Marianella  voce Ilario Maggi  chitarra giovedì 15 giugno - presso l'Auditorium del Conservatorio "F. Vittadini" -Pavia ore 10.00 Master class di sax con Max Ionata docente del Conservatorio di Musica "Alfredo Casella" - L'Aquila in collaborazione col Prof. Luca Segala giovedì 15 giugno - presso Circolo Arci Via d'Acqua, Pavia - ore 21.00 "Pavia Jazz Club" incontra "Vittadini Jazz Festival": Big Dive Band, diretta da Tito Mangialajo Rantzer, con ballo Lindy Hop, a cura di Luigi Caforio venerdì 16 giugno - Piazza Leonardo da Vinci - ore 21.00 Dipartimento di Jazz del Conservatorio di Musica "G.B. Martini" - Bologna "Traveling Light" - sestetto Jazz  Diana Torto  voce Barend Middelhoff  sax  Roberto Rossi  trombone Greg Burk  pianoforte  Kim Calogero Baiunco  contrabbasso (studente) Vincenzo Messina  batteria (studente) sabato 17 giugno - presso l'Auditorium del Conservatorio "F. Vittadini" -Pavia - ore 10.00 Master class di canto jazz con Diana Torto docente del Conservatorio di Musica "G.B. Martini" - Bologna in collaborazione con la Prof.ssa Francesca Ajmar sabato 17giugno - Piazza Leonardo da Vinci - ore 21.00 Dipartimento di Jazz del Conservatorio di Musica "Francesco Venezze" - Rovigo "Venezze Jazz Quintet" - omaggio alla musica di Marco Tamburini Fabio Petretti  sax tenore Fulvio Sigurtà  tromba Stefano Onorati  pianoforte  Stefano Senni  contrabbasso Stefano Paolini  batteria apertura concerto a cura degli studenti: RDJ Trio Luca Zennaro  chitarra Filippo Cassanelli  contrabbasso Michele Tedesco  batteria   domenica 18 giugno - Piazza Leonardo da Vinci - ore 21.00 Dipartimento di Jazz del Conservatorio di Musica "Franco Vittadini" - Pavia omaggio alla musica di Thelonious Monk, nel centenario della nascita Francesca Ajmar  voce Luca Segala  sax Emilio Soana  tromba Simone Daclon  pianoforte  Riccardo Bianchi  chitarra Tito Mangialajo Rantzer  contrabbasso Giorgio Di Tullio  batteria apertura concerto a cura degli studenti del Dipartimento di Jazz.

Eventi per:  Per tutti0-99
Ligabue
  Mostra

Dal 17/03/2017  Al 18/06/2017
 

Dal 17 marzo al 18 giugno 2017, alle Scuderie del Castello Visconteo di Pavia un'antologica ripercorre la vicenda umana e creativa di Antonio Ligabue, uno degli autori più geniali e originali del Novecento italiano.La mostra, curata da Sandro Parmiggiani e Sergio Negri in collaborazione con Simona Bartolena, prodotta e organizzata da ViDi, in collaborazione con il Comune di Pavia e con la Fondazione Antonio Ligabue di Gualtieri (RE), propone oltre cinquanta opere, tra dipinti, sculture, disegni e incisioni di Ligabue.Il percorso espositivo si snoda tra i due poli principali entro i quali si sviluppa il suo universo creativo: gli animali, selvaggi e domestici, e i ritratti di sé. Tra gli animali abitatori delle foreste e delle savane si trovano alcuni dei maggiori capolavori dell'artista, come Leopardo che assale un cigno o Tigre reale, realizzato nel 1941 quando Ligabue era ricoverato nell'Ospedale psichiatrico San Lazzaro di Reggio Emilia; tra quelli delle campagne, la Lepre nel paesaggio, un grande dipinto presentato per la prima volta in una mostra; c'è poi l'impressionante galleria di autoritratti, come i dolenti Autoritratto con berretto da motociclista del 1954-55 e Autoritratto del 1957. Non mancano altri straordinari dipinti, dai paesaggi bucolici, alle Carrozze con postiglione, ad alcune versioni delle Lotta di galli, ad Aquila con volpe della fine degli anni Quaranta, alla Caccia al cinghiale, alla Vedova nera con volatile e alla Testa di tigre della metà degli anni Cinquanta, fino alla Crocifissione. Ligabue rappresenta sia animali domestici, colti in un'atmosfera agreste, inseriti in paesaggi in cui giustappone le terre piatte della Bassa reggiana, dove visse dal 1919 alla morte nel 1965, e i castelli, le chiese, le guglie, e le case con le bandiere al vento sui tetti ripidi, della natia Svizzera, sia gli animali della foresta e del bosco - tigri, leoni, leopardi, gorilla, volpi, aquile - di cui conosceva molto bene l'anatomia, spesso colti nel momento in cui stanno per piombare sulla preda, con un'esasperazione di stampo espressionista, sia nella forma sia nel colore, e con un'attenzione quasi spasmodica per la reiterazione di elementi decorativi. Gli autoritratti costituiscono un filone di altissima e amarissima poesia nell'arte di Ligabue. In essi, il pittore si colloca in primo piano, quasi a occupare tutto lo spazio della scena, sullo sfondo di un paesaggio che pare quasi sempre, salvo rare eccezioni, un dettaglio del tutto ininfluente. I suoi ritratti di sé compendiano una perenne e costante condizione umana di angoscia, di desolazione e di smarrimento, un lento cammino verso l'esito finale; il suo volto esprime dolore, fatica, sgomento, male di vivere; ogni relazione con il mondo pare essere stata per sempre recisa, quasi che l'artista potesse ormai solo raccontare, per un'ultima volta, la tragedia di un volto e di uno sguardo, che non si cura di vedere le cose intorno a sé, ma che chiede, almeno per una volta, di essere guardato. "Questi autoritratti - afferma Sandro Parmiggiani, curatore della mostra - dicono tutta la sofferenza dell'artista; ne sentiamo quasi il muto grido nel silenzio della natura e nella sordità delle persone che lo circondano. Quando perduta è ogni speranza, ormai fattasi cenere, il volto non può che avere questo colore scuro, fangoso, questa sorta di pietrificazione dei tratti che il dolore ha recato con sé e vi ha impresso".La rassegna costituisce un ulteriore capitolo, dopo le rassegne di Gualtieri (2015), di Palermo e di Roma (2016), per riportare il lavoro di Ligabue a una corretta valutazione critica e storica: un'occasione per riaffermare, al di là delle fuorvianti definizioni di naïf o di artista segnato dalla follia, il fascino di questo "espressionista tragico" di valore europeo, che fonde esasperazione visionaria e gusto decorativo."L'opera di Ligabue - ricorda ancora Sandro Parmiggiani - ha finito per essere in parte oscurata dal 'racconto' della sua vita, assolutamente eccezionale nella tragicità e nella sofferenza. Tuttavia, se la tormentata esistenza dell'artista ha contribuito, almeno all'inizio e per un certo periodo, a gettare un'aura di leggenda sull'opera, alla fine questa sorta di fardello dell'uomo Ligabue ha ripreso il sopravvento: le ragioni dell'esperienza esistenziale sono sembrate inesorabilmente prevalenti rispetto a quelle artistiche. Ci si è dunque proposti di fare il percorso inverso: non dalla vita all'opera, ma dall'opera alla vita".Accompagna l'esposizione un catalogo Skira, con testi di Sandro Parmiggiani, Sergio Negri, Giuseppe Amadei, Simona Bartolena, Luciano Manicardi, Sergio Terzi.Per tutta la durata della rassegna, è in programma una serie di attività didattiche, incontri e visite guidate gratuite per bambini e adulti.Una mostra "family friendly", con un angolo per l'allattamento per le mamme, una sala didattica con accesso libero per le famiglie, un percorso creato ad hoc per i bambini, un kit didattico in omaggio da ritirare in biglietteria appositamente creato per la visita dei più piccoli. Inoltre, all'interno delle Scuderie, un'opera ad "altezza bambino" attenderà i giovani visitatori per un'esperienza immersiva a loro dedicata. SCHEDA TECNICATitoloANTONIO LIGABUEDate17 marzo - 18 giugno 2017SedeScuderie del Castello VisconteoViale XI Febbraio, 35 - 27100 PaviaA cura diSandro ParmiggianiSergio Negriin collaborazione con Simona BartolenaUn progettoViDiFondazione Antonio Ligabue, GualtieriIn collaborazione conComune di PaviaPartnerLiving DivaniMiyagiOsteria alle Carceri, PaviaCatalogoSkiraOrariDal martedì al venerdì: 10.00-13.00/14.00-18.00Sabato, domenica e festivi: 10.00 - 20.00(La biglietteria chiude un'ora prima)BigliettiIntero: 12,00 euroRidotto: 10,00 euroAudioguida inclusa nel prezzoScuole: 5,00 euroInformazioni e prenotazioniwww.scuderiepavia.com info@scuderiepavia.com | Tel: +39 0382 33676www.vivipavia.it Uffici stampaCLP Relazioni Pubbliche, tel. 02 36 755 700Anna Defrancesco anna.defrancesco@clponline.it Associazione Pavia Città Internazionale dei SaperiChiara Argenteri, tel. 0382 399424 | Cell. 338.1071862chiara.argenteri@comune.pv.it Ufficio stampa catalogo SkiraLucia Crespi, tel. 02 89415532; 02 89401645lucia@luciacrespi.it ..

Eventi per:  Famiglie10-50, Per tutti0-99, Bambini0-14
 

Luoghi

 

Organizza il viaggio

Come arrivareCome muoversiDove dormireDove mangiare
 

News

Musei e Collezioni dell'Università di Pavia

E' la prima volta che viene realizzata una guida al Sistema Museale di Ateneo, una sorta di vademecum che illustra il patrimonio che ha connotato, nel corso del tempo, le attività culturali sviluppate presso l'Università di Pavia.

La sedia

Giovedì 01/06/2017 ore 21:00, Teatro Volta, P.le Salvo D'Acquisto 1, Pavia

Ufficio I.A.T.

Palazzo del Broletto - Via del Comune 18
Tel. +39 0382.079943 - turismo@comune.pv.it

da Marzo a Ottobre:

  • Lunedì - Giovedì: ore 9:00-13:00 / 14:00-17:00
  • Venerdì: ore 9:00-13:00 / 15:00-17:00
  • Sabato,  Domenica e festivi: ore 10:00-13:00 / 15:00-18:00

 da Novembre a Febbraio:

  • Lunedì - Giovedì: ore 9:00-13:00 / 14:00-17:00
  • Venerdì: ore 9:00-13:00 / 15:00-17:00
  • Sabato,  Domenica e festivi: ore 10:00-13:00

Info Point
Piazza della stazione
tel +39 0382 538769;
email:  infopointpavia@gmail.com