Festa del Ticino 2016
Notte Bianca e Gran Finale Pirotecnico. A Pavia, dal 9 al 11 settembre
 
 
Puoi venire a vedere come è fatto il mondo sul serio venendo a Pavia
Philippe Daverio
 

Eventi in evidenza

 
Pavia d'estate 2016

Dal 01/06/2016  Al 05/09/2016
centro storico
centro storico, Pavia
 

Musica, cinema, teatro, festival e rassegne, i mesi estivi a Pavia si preannunciano ricchi di eventi. Come un grande contenitore, Pavia d'Estate 2016 presenta un interessante programma di iniziative culturali e di intrattenimento, per accompagnare l'estate dei cittadini pavesi e di quanti visiteranno la nostra bella città. Gli appuntamenti in cartellone, da giugno e fino a settembre, alternano momenti e personaggi legati al territorio a interessanti esperienze di ampio respiro internazionale, per gettare un occhio al di fuori, senza dimenticare le radici e le bellezze artistiche e culturali locali. L'obiettivo è coinvolgere il pubblico, invitandolo a vivere la città in tutti i suoi spazi, dalle piazze e dai cortili del centro storico al Castello Visconteo, fino alla periferia. Il calendario delle iniziative di Pavia d'Estate 2016 si apre con gli eventi dedicati alla musica. Scopri il programma completo Dal 17 giugno al 22 luglio diversi appuntamenti per l'Estate al Fossato del Castello Visconteo. Nel cortile del Castello Visconteo, durante i mesi di giugno e luglio, si alternano tre manifestazioni. Si comincia mercoledì 1 giugno con BierFest, in programma fino al 5 giugno (realizzata per sostenere Sogni e Cavalli Onlus), che propone un concerto per serata: gli Asilo Republic, Antani Project, Mister X, Mc Chiken, Dejavu. Si prosegue con Beerfood, protagonista dal 23 al 26 giugno (realizzata per sostenere la Onlus Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare, sezione di Pavia), che accanto alla birra artigianale e ai sapori di qualità presenta musica, spettacoli live e il secondo trofeo “La musica è la mia birra”, un contest musicale aperto a band e solisti emergenti che possono esibirsi con brani inediti o cover. A chiudere è BarJoe (realizzata per sostenere l’Associazione il Bel San Michele onlus), che dal 28 al 31 luglio offre al pubblico un ricco calendario di iniziative musicali. Il cortile del Broletto ospita, nelle giornate del 10 e 11 giugno, la Festa ANPI che, tra gli appuntamenti, propone il concerto della band rock blues "Gang" (10 giugno ore 21.30) e il reading musicale dei celebri artisti Wu Mingcontingent (11 giugno ore 21.30). Il 15 e 16 luglio in Broletto e in Piazza della Vittoria è protagonista il festival Africando, giunto alla sua XI edizione, che vede salire sul palco, nella serata inaugurale, Pegas Ekamba e la Bantù Band, con i loro ritmi dei popoli del Congo; mentre sabato sera è protagonista Giuliano Gabriele, artista italo-francese emergente della World Music italiana, che insieme al suo gruppo propone un repertorio musicale che parte dalle tradizioni popolari del Mediterraneo e giunge alle più moderne sperimentazioni world, alternando l'antico al moderno. Domenica 17 luglio, in Piazza della Vittoria, Avis Pavia presenta il concerto dei Sixties, celebre gruppo pavese. Il cuore degli appuntamenti musicali per Pavia d'Estate 2016 è rappresentato dai quattro concerti organizzati dal Settore Cultura per i mesi di luglio e agosto, che portano sul palco artisti di fama internazionale. Si comincia il 19 luglio con il soul di Eric B Turner e The Soul of a Man, celebre artista statunitense, e si prosegue il 27 luglio (in collaborazione con l'Associazione Pomodori Music) con il songwriter dell'Indiana Tim Grimm, che presenta le canzoni del suo ultimo album "The turning point". Il 6 agosto calcano la scena gli Sugarpie & The Candymen, un gruppo emiliano che suona jazz manouche, swing e a riarrangia classici del rock con il gusto e le atmosfere del jazz anni 30. A chiudere gli appuntamenti, il 19 agosto, sono gli Statuto con il loro ultimo album "Amore di classe". Per la serata del 15 agosto, è previsto il Gran Ballo di Ferragosto, che porta il liscio e le danze popolari nel Circolo Culturale Grassi, in via Amati. Il cinema è rappresentato dalla rassegna Cinema sotto le stelle, protagonista fino all'8 settembre nel Chiostro dell'Istituto Vittadini. Il titolo scelto per questa edizione, "You Don't Know What Love Is" (celebre canzone popolare scritta da Don Raye e Gene de Paul), allude alla dualità della natura umana, che pur sentendo fortemente il desiderio di amare si scopre incapace di realizzare questo bisogno. Tutti i film scelti portano lo spettatore a basculare – piacevolmente ma anche in modo inquietante – tra immedesimazione e gioia estetica, tra sospensione dell'incredulità e apprezzamento del segno/senso utilizzato dal regista/demiurgo creatore di "quel" mondo. Il teatro è invece protagonista con il cabaret dei Rino Ceronte (all'anagrafe Umberto Abbati), che si sono fatti conoscere dal grande pubblico grazie al talent comico "Eccezionale veramente", in onda su LA7. Di teatro si occupa anche la Biblioteca Bonetta, che intrattiene il pubblico con un interessante calendario di iniziative, tra cui letture sceniche, monologhi, spettacoli teatrali, presentazioni di libri e mostre fotografiche. Tra gli eventi in calendario, non si possono dimenticare l'ormai storico Palio del Ticino, giunto alla sua decima edizione, in programma per sabato 11 e domenica 12 giugno, e il gran finale a settembre con la Festa del Ticino, la Notte bianca, il Gran Mercato delle bancarelle e i fuochi d'artificio. Per informazioni: tel.0382.399343   .PROGRAMMA COMPLETO: GIUGNO | LUGLIO | AGOSTO | SETTEMBRE .GIUGNO fino al 26 giugno Musei Civici deL Castello Visconteo MOSTRA: DA GIAMPIETRINO A SEGANTINI Dipinti della collezione Superti Furga 4 giugno, ore 17.00 Piazzale Ghinaglia VISITA GUIDATA Pellegrini lungo le vie d'acqua: Santa Maria in Betlem e San Teodoro A cura di Cooperativa Dedalo 4 giugno Musei Civici di Pavia + replica alla Biblioteca Bonetta RE ORSO DI ARRIGO BOITO Lettura scenica  4 e 5 giugno Ticinello EXTREME DAY Organizzato in collaborazione con  STORM ASD Dal 4 al 19 giugno Spazio Arti contemporanee del Broletto MOSTRA: RENZO COLLURA (1920-1989) Una retrospettiva Inaugurazione venerdì 3 giugno, ore 19.00 5 giugno Cortile del Castello Visconteo BEER FEST 5 giugno, ore 21.00 Cortile della Biblioteca Bonetta Il Dio del massacro Lettura scenica della commedia della scrittrice e drammaturga francese Yasmina Reza  7 giugno, ore 19.00 Cortile Palazzo Vistarino CONCERTO A cura di Fondazione I Solisti di Pavia 9 giugno, ore 18.00 Cortile della Biblioteca Bonetta  Kundara Presentazione del libro di Abraham Sylla  10 giugno, ore 21.30 Cortile del Broletto FESTA ANPI THE GANG in concerto 11 giugno, ore 21.30 Cortile del Broletto FESTA ANPI WU MINGCONTINGENT 12 giugno, ore 16.00 Sagrato della chiesa di San Lanfranco VISITA GUIDATA Antiche chiese estraurbane: San Lanfranco e San Salvatore Mezzo: utilizzo della propria bicicletta A cura di Cooperativa Progetti 13 giugno, ore 19.00 Monastero di Santa Maria Teodote CONCERTO A cura di Fondazione I Solisti di Pavia 16 – 19 giugno Piazze varie STREET ART PAVIA + NOTTI ACUSTICHE 18 giugno, ore 15.30 Sagrato del Duomo VISITA GUIDATA Dal peccato alla grazia: il significato della Porta Santa del Duomo nell'Anno della Misericordia A cura di Cooperativa Oltre Confine 18 giugno, ore 21.00 Cortile della Biblioteca Bonetta  FRIDA KAHLO Versi e immagini della pittrice 17 – 18 - 19 giugno Fossato del Castello Visconteo FESTIVAL UP PAVIA A cura di Pavia in Serie A dal 18 giugno Cortile dell'Istituto Vittadini CINEMA SOTTO LE STELLE 22 – 26 giugno Cortile del Castello Visconteo BEER FOOD 23 giugno, ore 18.00 Cortile della Biblioteca Bonetta  RICORDA IL PARADISO Presentazione libro di Luigi Dellorbo  23 giugno, ore 21.15 Almo Collegio Borromeo CONCERTO A cura di Fondazione I Solisti di Pavia Dal 24 giugno al 17 luglio Spazio Arti contemporanee del Broletto MOSTRA: URBEX PAVIA Viaggio fotografico nelle aree dismesse, di Marcella Milani Inaugurazione giovedì 23 giugno, ore 18.30 26 giugno, ore 16.00 Musei Civici del Castello Visconteo UNO:UNO. A TU PER TU CON L'OPERA 26 giugno, ore 21.00 Cortile della Biblioteca Bonetta  ALL'OMBRA DEL GUGLIELMO Monologhi Shakespeariani  29 giugno, ore 21.00 Piazzetta Azzani (lungo C.so Garibaldi) VISITA GUIDATA  San Michele, i mille volti di una facciata A cura di Cooperativa Dedalo .LUGLIO 1 luglio Fossato del Castello Visconteo FESTIVAL MAGGIO PAVESE STRIKES BACK A cura di associazione Giovani Protagonisti a Pavia 2 luglio, ore 16.00 Sagrato della basilica di San Pietro in Ciel d’Oro VISITA GUIDATA Sant'Agostino tra fede, storia e arte 6 – 9 luglio Fossato del Castello Visconteo MOLECOLE FESTIVAL A cura di Associazione Vite Suonate 8 luglio, ore 21.00 Cortile della Biblioteca Bonetta  UN ANNO CON LA PINA Spettacolo teatrale scritto e interpretato da Francesco Mastrandrea  9 - 16 luglio Cortile della Biblioteca Bonetta  PAESAGGI IN VERSI Mostra fotografica e poesie  13 luglio, ore 21.00 Piazza della Vittoria (lato Broletto) VISITA GUIDATA Le cripte pavesi: tesori sotterranei della città 15 e 16 luglio, dalle ore 20.00 Piazza della Vittoria e Broletto AFRICANDO Festival della convivialità e delle differenze, a cura del Comitato Pavia Asti Senegal in collaborazione con il Settore  Cultura del Comune di Pavia 16 luglio, ore 17.30 Piazza della Vittoria (lato Broletto) VISITA GUIDATA San Luca, chiesa giubilare Mezzo: utilizzo della propria bicicletta A cura di Cooperativa Dedalo 17 luglio, ore 21.30 Piazza della Vittoria SIXTIES IN CONCERTO A cura di AVIS Pavia 19 luglio, ore 21.30 MIA NKEM FAVOUR BLUES BAND Concerto a cura del Settore Cultura del Comune di Pavia 20 - 23 luglio BUBBLES FEST A cura di Associazione Bubbles Crew 22 - 23 Luglio, ore 21.00 Cortile della Biblioteca Bonetta  ORESTE DI EURIPIDE Lettura scenica  24 luglio, ore 11.00 Musei Civici del Castello Visconteo UNO:UNO. A TU PER TU CON L'OPERA 24 luglio, ore 16.00 Sagrato della chiesa dei Santi Primo e Feliciano VISITA GUIDATA I  misteri di San Primo e Feliciano A cura di Cooperativa Progetti 27 luglio,  ore 21.30 Piazza della Vittoria TIM GRIMM Concerto a cura del Settore Cultura del Comune di Pavia in collaborazione con l'Associazione Pomodori Music 28 - 31 luglio Cortile del Castello Visconteo JOE FESTIVAL .AGOSTO 6 agosto, ore 16.30 Sagrato della chiesa dei Santi Gervasio e Protasio VISITA GUIDATA San Siro, dalla chiesa dei Santi Gervasio e Protasio al Duomo: storie delle sacre spoglie A cura di Cooperativa Oltre Confine 6 agosto, ore 21.30 Piazza della Vittoria SUGARPIE & THE CANDYMEN  Concerto a cura del Settore Cultura del Comune di Pavia 15 agosto, ore 21.30 Centro Sociale Grassi, Via Angelo Amati 10 GRAN BALLO DI FERRAGOSTO 19 agosto, ore 21.30 Piazza della Vittoria STATUTO Concerto a cura del Settore Cultura del Comune di Pavia 21 agosto, ore 17.00 Piazza della Vittoria (lato Broletto) VISITA GUIDATA San Pietro in Ciel d'Oro e le reliquie di Severino Boezio, un percorso di fede A cura di Cooperativa DEDALO 28 agosto, ore 11.00 Musei Civici del Castello Visconteo UNO:UNO. A TU PER TU CON L'OPERA 28 agosto, ore 21.30 Piazza della Vittoria CABARET con RINOCERONTE 31 agosto, ore 21.00 Piazza Cavagneria VISITA GUIDATA Seguendo un volo d'angelo  Cooperativa PROGETTI .SETTEMBRE 4 settembre, ore 15.00 Piazzale della chiesa di Santa Maria alle Grazie VISITA GUIDATA I luoghi della misericordia: dalla chiesa di Santa Maria alle Grazie a quella di San Lazzaro, passando per San Pietro in Verzolo  A cura di Cooperativa OLTRE CONFINE Mezzo: utilizzo propria bicicletta 3 settembre Piazza della Vittoria CONCERTO DI APERTURA DELLA FESTA DEL TICINO 10 settembre Piazza della Vittoria NOTTE BIANCA Il programma potrà subire variazioni o aggiornamenti. Consultate questa pagina per essere sempre aggiornati.

Eventi per:  Per tutti0-99
Festa del Ticino 2016

Dal 09/09/2016  Al 11/09/2016
 

Musica, arte visiva, incontri culturali e passioni tra le più svariate. La Festa del Ticino 2016 si preannuncia ricca di appuntamenti interessanti, che allieteranno il pubblico per un week end di fine estate ***************** VENERDÍ 9 SETTEMBRE ORE 18 - SALA MOSTRE – CASTELLO VISCONTEO Il Novecento nelle collezioni dei Musei Civici. Alle ore 18, nella Sala Mostre del Castello Visconteo inaugura Il Novecento nelle collezioni dei Musei Civici, la mostra – aperta fino al 27 novembre – che intende valorizzare le ricche collezioni dei Musei di Pavia attraverso una settantina di opere normalmente non incluse nel comune percorso espositivo, ma conservate nei depositi, in quella che si dice anche reserve di un museo, da cui attingere per occasioni speciali. Si tratta di opere – soprattutto dipinti, ma anche incisioni – comprese tra i primi decenni del Novecento e i giorni nostri, frutto di donazioni, legati testamentari e recenti acquisizioni, che in attesa di trovare una collocazione definitiva nello sviluppo dell'esposizione delle collezioni dei Musei, vengono così valorizzate nel percorso della mostra. Un'occasione per approfondirne lo studio e consentirne quindi la conoscenza anche ad un pubblico più vasto di quello degli studiosi. Se il "Nudo trasversale" di Renato Guttuso rappresenta la punta di diamante della collezione novecentesca dei Musei Civici, le altre opere non sono comunque di minore intensità. Un ampio gruppo punta l'attenzione sulle migliori espressioni artistiche del territorio, con pittori legati alla prestigiosa Accademia pavese, la Civica Scuola di Pittura, fondata grazie al generoso legato del filosofo, poligrafo e critico d'arte Defendente Sacchi. Tra coloro che hanno animato il contesto culturale e artistico della città compare Giorgio Kienerk (Firenze 1869 – Fauglia 1948), pittore, scultore, grafico e illustratore postmacchiaolo, allievo di Adriano Cecioni e Telemaco Signorini, che per ben 30 anni (dal 1905 al 1934) ha diretto la Civica Scuola di Pittura di Pavia e del quale le raccolte d'arte pavesi conservano numerose opere – tra paesaggi e ritratti –. Kienerk ha formato molti artisti, e la maggior parte dei suoi allievi sono ora presenti nel percorso espositivo: Erminio Rossi, Antonio Oberto, Romeo Borgognoni, Primo Carena, Oreste Albertini, Giovanna Nascimbene Tallone, Alfredo Beolchini, Mario Acerbi, figlio del più noto Ezechiele, nonché pronipote di Pasquale Massacra, e Antonio Villa, vincitore del Premio Frank nel 1904. Tra i vincitori del Premio Frank – indetto dalla Civica Scuola di Pittura di Pavia, che ogni quattro anni, alla conclusione del ciclo di studi, sanciva l'alunno più promettente e artisticamente completo e maturo – ci sono Annibale Ticinese (nel 1907, con "Idillio", ora esposto in mostra), Gino Testa (nel 1925), il pittore milanese Cesare Breveglieri (nel 1936 con "La madre prolifica", ora in mostra), e Contardo Barbieri (nel 1936), pittore bronese, un diploma all'Accademia di Brera, di cui fu anche Direttore (venne nominato nel 1931), e poi personali in gallerie e spazi pubblici, e innumerevoli partecipazioni alla Biennale di Venezia, alla Triennale di Milano e alla Quadriennale romana. Anche il pittore bergamasco Severino Bellotti (Bergamo 1900 – Milano 1964), presente in mostra con "Ritratto femminile", e conosciuto a livello nazionale, fu Direttore per due anni dell'Accademia Carrara di Belle Arti di Bergamo, e profondo conoscitore e critico d'arte delle opere di Pellizza da Volpedo. Tra le artiste spiccano le opere di Lina Sannazzaro (1878-1960), pittrice, moglie dello scultore Alfonso Marabelli, un amore incondizionato per i soggetti femminili, che ritrae con un simbolismo sensuale e talvolta morboso. Le sue donne sono forti, sicure, coi piedi ben saldi a terra, delle valchirie ritratte per lo più senza veli, che non si vergognano a coprire le proprie forme e a mostrare tutta la corporeità. Tra gli artisti pavesi più contemporanei sono da segnalare le opere di Sandro Riboni (Pavia 1921-1986), personaggio eclettico e intellettualmente libero, in pratica autodidatta. Si è confrontato con i grandi maestri delle Avanguardie storiche (Picasso, Matisse, Mirò, Leger, Fontana, Licini), ha sperimentato tecniche e materiali diversi (la ceramica, l'olio, l'enacusto, l'incisione, la scultura) e ha persino girato mezza Europa in bicicletta (Parigi, Granada, la Costa Azzurra). E i dipinti di Francesco Saltara (Pavia 1930- 2010), esponente della pittura esistenzialista dagli anni Cinquanta agli anni Settanta del Novecento. Saltara si è imposto all'attenzione del pubblico nel 1959 quando partecipò al premio Bottigella Città di Pavia, mostra nazionale di pittura figurativa, dove la sua tela "Anguria" (presente nelle collezioni museali e ora in mostra) si aggiudicò il primo premio. Tra i premi Bottigella Città di Pavia, donati alle collezioni museali dall'Associazione Commercianti, si trova il dipinto "Ritratto di donna in rosso", del celebre pittore Fancesco Menzio (Tempio Pausania, Sassari 1899 – Torino, 1979), la cui formazione artistica si attua nell'ambiente torinese, grazie alla frequenza all'Accademia Albertina e all'influsso di Felice Casorati. Dopo l'esposizione alla galleria Pesaro di Milano ("Venti artisti italiani") e un lungo soggiorno parigino (dove studia principalmente Matisse e i Fauves), Menzio nel 1929 aderisce al "Gruppo dei Sei", di cui condivide il rifiuto per lo stile novecentista e l'apertura culturale verso le più vive esperienze europee. Con "Ritratto di donna in rosso" l'artista si aggiudica nel 1959 il primo premio al concorso Bottigella Città di Pavia, ex aequo con "Figura d'uomo", di Cristoforo De Amicis (Alessandria 1902 – Milano 1987), anch'esso presente in mostra e nelle collezioni museali. De Amicis, come Menzio, si forma  all'Accademia Albertina di Torino, e poi in quella milanese di Brera, presso cui nel 1924, si aggiudica il pensionato Hayez. I suoi paesaggi plasticamente costruiti ed intonati ad una cromia terrosa gli valgono il consenso del gruppo di Margherita Sarfatti, e nel 1929 sarà invitato all'esposizione milanese. La produzione successiva, presentata a numerose esposizioni su tutto il territorio nazionale, mostra un interesse sempre crescente per la figura umana, con richiami evidenti ad artisti francesi come Cézanne e Modigliani. Tra gli artisti noti a livello nazionale e internazionale, troviamo poi: - Roberto Aloi (Palermo 1897, Bergamo 1981), molto conosciuto nell'ambiente milanese: nel 1931 allestisce alla galleria Pesaro di Milano un'importante personale; - il triestino Pietro Fragiacomo (Trieste 1856 – Venezia 1922), che trae profitto per la sua formazione artistica dall'intensa frequentazione di Giacomo Favretto e di Ettore Tito; - il veneziano Eugenio Bonivento (Chioggia 1880 – Milano 1956), allievo di Guglielmo Ciardi all'Accademia di Venezia, una partecipazione all'Esposizione Internazionale di Bruxelles, a numerose edizioni della Biennale di Venezia e della Quadriennale romana. - il veneziano anche Beppe Ciardi, figlio del Guglielmo Ciardi che formò, tra gli altri, Bonivento, e che ottenne numerosi riconoscimenti in Italia e all'estero.  - i bergamaschi Attilio Steffanoni e Ermenegildo Agazzi (medaglia d'oro nel 1900 e nel 1935 all'Esposizione di Parigi e presente a tutte le Biennali veneziane dal 1899 al 1928), - i milanesi Leonardo Spreafico, Giuseppe Palanti e Gigi Comolli, formatosi a Brera e poi presente in numerose rassegne nazionali, come la Biennale veneziana, e la Quadriennale di Roma e di Torino.  - i pavesi Alessandro Gallotti, Enzo Zanotti, Adolfo Mognaschi e Mario De Paoli. Di grande interesse, tra gli artisti più contemporanei noti a livello nazionale e internazionale, sono le terrecotte policrome di Ernesto Ornati (Vigevano, classe 1932), artista noto e apprezzato nel panorama dell'arte contemporanea, anche internazionale. Nel 2013 Ornati ha donato ai Musei Civici la collezione di 31 ritratti (tutte terrecotte policrome, eccetto due bronzi) di personaggi della cultura e dell'arte del secolo scorso, già presentata alla Fondazione Stelline di Milano (nel 2002) e al Museo Archeologico di Potenza (nel 2004). Insieme ai dipinti che Dario Fo ha donato in occasione della mostra dedicata a La Battaglia di Pavia. Una sezione della mostra è dedicata alle opere prodotte dalle tre giovani artiste Iris Dittler, Teresa Cinque e Isabella Mara, durante il loro soggiorno alla "Residenza d'artista", organizzata dal 2014 dall' Associazione "Ar.Vi.Ma. Arti Visive Marabelli. Scuola Civica di Pittura di Pavia. Le tre opere (donate alla Civica Scuola, e allestite insieme ai bozzetti preparatori, per mostrare lo sviluppo dell'opera) risultano particolarmente significative dello speciale rapporto che ciascuna delle artiste residenti ha individualmente instaurato con la città di Pavia, la sua storia, la sua cultura, la sua dimensione emotiva. - "Abita sotto la lingua", dell'austriaca Iris Dittler, mette in scena un dialogo evocativo tra contemporaneità e storia di Pavia, quale la relazione suggestiva con il nostro Romanico. - "Bosco di dentro", di Teresa Cinque, cattura le atmosfere sospese, plasmate dall'artista, che si è ispirata al paesaggio naturale extra moenia. - "L'estate di Albert", di Isabella Mara, propone una restituzione poetica dell'esperienza pavese di Albert Einstein. La permanenza delle artiste ospiti è stata documentata da due film brevi, diretti dalla regista Silvia Migliorati, che si offrono come ulteriori racconti delle singole esperienze artistiche in comunione con i luoghi, le persone, gli artisti locali della città.   VENERDÍ 9 SETTEMBRE ORE 22 – PIAZZA DELLA VITTORIA PAOLO JANNACCI Sale sul palco allestito in Piazza della Vittoria Paolo Jannacci, musicista, compositore, arrangiatore, e figlio d'arte. A Pavia si presenta insieme ai musicisti del padre Enzo, scomparso nel 2013, e a lui dedica la serata con "In concerto con Enzo", intonando le sue canzoni. Jazzista virtuoso ed eclettico, Paolo Jannacci suona il pianoforte, la fisarmonica e il basso. Classe 1972, Janacci ha collaborato e suonato con importanti musicisti e attori della scena teatrale italiana tra cui Dario Fo, il padre Enzo (che ha anche diretto a Sanremo nel 1994 e nel 1998), Giorgio Gaber, Paolo Rossi, Roberto Vecchioni, Pacifico, Massimo Ranieri, Ornella Vanoni e molti altri.   ************** SABATO 10 SETTEMBRE  ORE 20:00-02:00, tutta la città NOTTE BIANCA Si possono trovare "segni di Notte bianca" sparsi un po' in tutta la città (come il Mercato europeo allestito in viale XI Febbraio a partire da giovedì 8 e fino a domenica 11 settembre, e la Musica nelle piazze di Pavia, come il concerto del celebre cantante rap Piotta, ma il cuore pulsante della Notte bianca pavese si disloca in Piazza della Vittoria. PROGRAMMA CONCERTI Piazza della Vittoria – DIVINA (ore 22.00) Se c'è qualcosa di certo nella musica dance, è stata la febbre che negli anni '70 ha contagiato tutte le discoteche del mondo: quello che una super live-show band come i Divina riescono a fare è proprio ricreare quell'atmosfera e quelle sensazioni, dove la musica è l'elemento centrale di un set e non solo una fredda colonna sonora. I Divina portano sul palco uno spettacolo coinvolgente, adrenalinico, in cui le coreografie e i costumi fanno da contorno a una elettrizzante scaletta di incredibili hit. La loro storia nasce nel 1997, anno in cui il membro fondatore, "Doc", riunisce un gruppo di amici per condividere la passione per la musica, e in particolare per le hit seventeen, in cui pallettes, lustrini e discomusic erano incontrastate icone. Con l'avvento del nuovo millennio, nascono le prime sceneggiature da palco, le prime idee dei costumi scenici e prende forma una scaletta che si orienta anche verso la gloriosa stagione musicale degli anni '80, clamorosamente tornati alla ribalta, dove i sogni da ragazzi e la voglia di disco erano riportate in film come: Fame, Flashdance, The Blues Brothers, Footloose, Dirty Dancing. Sull'onda dell'antesignana "Febbre del sabato sera" e di "Grease", nasce quindi un medley musicale che è una sorta di viaggio attraverso il mondo del musical-movie. Colorate e luminose coreografie, costumi da Policeman sulla falsariga dei Village People, da indiano o da egizio, che richiamano la ghepardata Grace Jones o le mitiche avventure di Bo e Luke, parrucche, zeppe, lustrini e boa danno vita a uno spettacolo dove la musica non lascia respiro, gli occhi non riescono a staccarsi dal palco e la voglia di cantare si fa irrefrenabile. Non potrebbe essere altrimenti vista la grinta delle tre bellissime singers, le acrobazie dei ballerini e la verve dei musicisti. Piazza della Vittoria – loggiato del Broletto – BOOSTA DJ-SET (dopo le ore 24) Davide Dileo aka Boosta (Torino, classe 1974) è un artista poliedrico e versatile. Di professione infatti è musicista, dj, compositore, ma anche scrittore, editore, conduttore televisivo, produttore e persino pilota. Dal 1996 è il tastierista e co-fondatore dei Subsonica, con all'attivo sette album di studio (tre dischi di platino, 500.000 copie vendute), tre cd live ed un'interminabile carriera live. L'universo musicale di Boosta è sempre stato costellato da numerosi progetti. Nella sua carriera ha collaborato con numerosi artisti italiani (Vasco Rossi, Morgan, Cristina Donà, Litfiba, Linea 77, Enrico Ruggeri...) e internazionali (Placebo, Beastie Boys, Client, Depeche Mode, Skin, Jackson's Five...). Alcuni suoi progetti artistici hanno avuto ottimi riconoscimenti ricordiamo ad esempio il remix inserito in un volume di Paris Dernière, la celebre selezione "french touch" delle cover più cool realizzate nel mondo ("Fly me to the Moon" di Frank Sinatra) o il progetto Sugar, DISCOverITALY. La carriera da DJ lo vede di continuo dietro la consolle dei migliori club quasi ogni weekend dell'anno: da Ibiza a Zurigo passando per le più importanti situazioni elettroniche d'Italia. Ha pubblicato 12" per Ultra Records, Mantra Vibes, Ocean Dark, Toast Hawaii, Mute fino ai progetti in divenire per Stereo7 e altri. Come autore e compositore ha scritto per: Mina ("Non ti voglio più" album "Facile", 2009 e "La clessidra" album "Caramella", 2010), Malika Ayane (il brano "Shine" Album "Ricreazione", 2012), Skin (il brano "The Last Icon" 2012), Tricarico ("io Esisto" campagna Telethon, 2012), Litfiba ("l'immortale" per 20thFox, 2014). Ha curato la colonna sonora di "Ho Visto Cose", documentario torinese di Chiara Pacilli (2012), e la serie tv "1992" prodotta da Sky e Wildside in programmazione su SkyCinema (2015). Davide ha esordito come scrittore nel 2003, con una raccolta di racconti brevi "Dianablu" seguito dal serratissimo romanzo "Un'ora e mezza". Nel 2011 esce per Einaudi "Un Buon Posto Per Morire", scritto a quattro mani con Tullio Avoledo (Premio Salgari come miglior romanzo d'avventura del 2012). Dello stesso anno è la pubblicazione di "Toc Toc – Storie di bambini, magie e capricci" (per Giunti), il suo primo libro per bambini. Alcuni suoi racconti si tramutano in fumetto "Highway to hell" molto apprezzato dalla critica di settore (Panini Comics, 2014). L'attività di scrittura lo porta anche alla sceneggiatura e regia del documentario "Surfin' Torino", in collaborazione con la regista Chiara Pacilli (Rai Cinema). Dal 2010 è anche editore: d'intesa con Michele Dalai e Andrea Agnelli dà vita a ADD, casa editrice votata eminentemente alla pubblicazione di saggistica contemporanea con pubblicazioni di altissimo profilo. In radio: nel 2009 va in onda su m2o "L'Alfabeto degli assassini". Storie verosimili di crimini realmente avvenuti, narrate da Boosta tra rock ed elettronica. Nel 2010 insieme a Benedetta Mazzini conduce il programma "Coppia Aperta" in onda sabato e domenica (Rai Radio 2). Come produttore ha curato i progetti artistici di giovani scommesse della musica italiana: Jessica Brando per EMI (2012) Erica Mou per Sugar (2013). Da gennaio 2015 gestisce un suo personalissimo studio di produzione a Torino (Studio 52). In televisione nel 2009 Boosta è alla guida della nuova stagione di "25a Ora Il Cinema Espanso", il programma di culto per gli amanti del cinema, su La7. Nel 2013 su SKY ARTE HD, gli viene affidato un programma quotidiano dal titolo "Boo(k)sta: Libri in musica", in onda per tutto il 2013. Nel 2014 è al timone del programma televisivo Jack on Tour (Deejay TV). Gli piace volare, è pilota privato, e sta studiando per il conseguimento del brevetto come pilota di linea. ******************* DOMENICA 11 SETTEMBRE   ORE 9-23 – SEDI VARIE GRAN FINALE - Durante tutta la giornata, dalle 9 alle 23, sul Lungoticino Sforza e Visconti, ci sono gli stand delle diverse Associazioni sportive, che si propongono al pubblico, e si svolge il Gran Mercato delle bancarelle, organizzato da ASCOM. La serata si conclude con il tanto atteso e ormai consueto SPETTACOLO PIROTECNICO.   ORE 18 – SPAZIO PER LE ARTI CONTEMPORANEE DEL BROLETTO SI VA PER COMINCIARE Alle ore 18, nello Spazio per le Arti Contemporanee del Broletto, inaugura Si va per cominciare, la mostra documentaria che ripercorre, attraverso immagini, locandine, programmi di sala, articoli di giornale, rassegne stampa e documenti di diverso genere, l'omonima manifestazione di respiro internazionale protagonista a Pavia e provincia tra gli anni Settanta e Ottanta, dedicata alla musica, al teatro, alla danza, al cinema, allo spettacolo e a ogni forma di arte espressiva. Conosciuta anche come Settembre culturale, la rassegna – organizzata dall'Amministrazione Provinciale di Pavia insieme al Comune di Pavia – aveva visto in quegli anni la città e il suo territorio vivere una vera e propria età dell'oro culturale, anticipando così quello che poi (con altri mezzi) avrebbe fatto l'assessore Renato Nicolini a Roma con l'Estate Romana.   Grazie a un lavoro di recupero e archiviazione dei diversi materiali – che altrimenti sarebbero andati perduti nel corso degli anni –, la mostra, che rimane aperta fino al 2 ottobre 2016, si presenta come un ricordo della memoria documentaria e della salvaguardia dei documenti. Diventa una narrazione, dal forte sapore documentaristico, di quel formidabile periodo in cui, grazie a quel grande contenitore stagionale in cui si riversava il meglio della cultura, Pavia e la sua provincia si trasformarono in un enorme palcoscenico che offriva costantemente spettacoli con ospiti da tutto il mondo. Comun denominatore di Si va per cominciare era la contaminazione tra pratiche di cultura alta e bassa – si accoppiavano tra loro musica classica e pop, balletto, teatro di strada, film d'autore e film popolari –, con l'intento di mischiare pubblici diversi, in controtendenza con una storica abitudine italiana di forte accentramento della cultura e di divisione classista dell'accesso al sapere, di tradizionale appannaggio delle élite. Erano gli anni '70. Agli spettacoli partecipava una varietà di platee di diversa estrazione sociale, dagli intellettuali agli studenti, alle masse popolari. Erano momenti di aggregazione e condivisione, oltre che di esperienze estetiche, e al pubblico spettava il compito di divenire interprete di una nuova modalità di utilizzo della cultura. Tra gli eventi presentati a Si va per cominciare, bisogna ricordare le mostre: - "Divi & divine" (nel 1979), curata da Davide Turconi, figura storica della critica cinematografica italiana, che aveva come soggetti attori, attrici e star del cinema internazionale, e che fu successivamente allestita (nel 1981) a Palazzo dell'Arte a Milano; - "Bianconero, rosso e verde", dedicata a ottant'anni di cinema italiano (dal 1910 al1980) e ospitata prima al Festival di Cannes nel 1983, e poi (nell'autunno del 1983) a San Paolo del Brasile ; - "Un bel dì vedemmo", omaggio all'opera lirica. Anche il celebre regista e attore Jacques Tati venne a Pavia in occasione della rassegna, per presentare il suo ultimo film (in veste di regista) "Il circo di Tati" (1974), in anteprima al Teatro Fraschini. E come dimenticare quando Abbado suonò per gli operai della Necchi. Era il 20 novembre 1974 e la bacchetta di Claudio Abbado – allora giovane maestro milanese – si alzò nella mensa della Necchi davanti ai musicisti della Scala, suonando per gli operai la musica di Beethoven e di Mahler. Il cinema era protagonista di Si va per cominciare con interessanti rassegne come "Cosa diresti se ti dicessi che ti amo" (a cavallo tra il 1981 e il 1982), dedicata al cinema e all'omosessualità.   Il programma della Festa del Ticino può subire delle variazioni. Per aggiornamenti, orari, informazioni e modifiche: 0382.399352 – 0382.399343 – 0382.399275

Eventi per:  Per tutti0-99
 
Autunno Pavese DOC 2016

Dal 23/09/2016  Al 26/09/2016
 

Dal 23 al 26 settembre 2016 torna a Pavia, al Castello Visconteo, Autunno Pavese DOC con la 64^ edizione firmata da Marco Lodola. Per la seconda volta il Castello Visconteo, luogo simbolo ed espressione di una storia centenaria, diventa location di AUTUNNO PAVESE DOC trasformandosi, per l'occasione, in una fucina di gusto, musica, arte e cultura del territorio: una location-evento dove le sculture di luce di Marco Lodola giocheranno con colori, tempo, stagioni. L'ingresso ad Autunno Pavese DOC consentirà la visita ad alcune mostre d'arte allestite in contemporanea nel Castello. AUTUNNO PAVESE DOC è la più grande manifestazione in ambito enogastronomico e vitivinicolo della Provincia di Pavia, organizzata dalla Camera di Commercio di Pavia attraverso l'Azienda Speciale PAVIASVILUPPO, che lo scorso anno, ha contato oltre 20.000 visitatori provenienti dal nord Italia. L'edizione 2016 prevede oltre 80 stand espositivi con area dedicata al settore vini, spettacoli e laboratori. Per il pubblico ci sarà un'area dedicata alla degustazione dei risotti cucinati secondo ricette del territorio, una dedicata ai salumi e formaggi tipici e un'altra alle altre tipicità enogastronomiche. www.autunnopavesedoc.it autunnopavese@pv.camcom.it Facebook: Autunno Pavese DOC

Eventi per:  Per tutti0-99
Rino Ceronte

28/08/2016
28/08/2016
21:30 - 23:00
 

Proseguono gli eventi organizzati dal Settore Cultura del Comune di Pavia, in occasione di Pavia d'Estate 2016, e dopo i concerti di luglio e agosto, la musica cede il posto al cabaret. Sale sul palco Rino Ceronte (all'anagrafe Umberto Abbati), che si è fatto conoscere dal grande pubblico grazie al talent comico "Eccezionale veramente", in onda nei mesi scorsi su LA7. Rino Ceronte nasce a Collecchio (Parma) nel 1957. Cabarettista dal luglio 1991, ha all'attivo circa 2200 spettacoli (serate, interventi o puntate) in carriera. Dal 2003 collabora con le più belle ragazze di Parma, le "Non Solo Miss" e alcune di loro lo accompagnano anche nello spettacolo che porta in giro per tutta Italia. Con "Intervista doppia" ha avuto accesso alle televisioni nazionali: "Caffè Teatro Cabaret" nel 2006, "Festival del Garda" nel 2006,? "Zelig Off" nel 2007 in coppia con Francesca Conti. Ha partecipato a numerosi festival: 1° posto a Martinafranca (TA) nel 2006; 1° posto a Venosa (PZ) nel 2007, sempre in coppia con Francesca Conti e sempre con "Intervista doppia". Dal 1996 ha fatto parte, per dieci anni, della AC Smemoranda Comedians, la nazionale dei comici, fino allo scioglimento della stessa. Dal 2013 è nel cast di Colorado! Fa parte del cast di: Costipanzo Gnu, contenitore comico di Duilio Pizzocchi; Laboratorio Ridens "Le Lumache" al Barrios di Milano. E' amico e spesso ospite di: La Latteria di Bagnolo in Piano (RE) , Caffè Teatro di Verghera di Samarate, La Cantina di Gioia del Colle (BA), Associazione "Riso Fa Buon Sangue" di Rovigo, Theatro del Vicolo, (PR), Le 17 Contrade di Siena, La Bottega del Buonumore di Davide Dal Fiume, Teatrino degli Illusi di Giovanni Cacioppo. Conduce anche un'azienda Agricola a Gaiano (Parma).  Per informazioni: tel.0382.399343

Eventi per:  Per tutti0-99
 

Luoghi

 

Organizza il viaggio

Come arrivareCome muoversiDove dormireDove mangiare
 

News

Musei e Collezioni dell'Università di Pavia

E' la prima volta che viene realizzata una guida al Sistema Museale di Ateneo, una sorta di vademecum che illustra il patrimonio che ha connotato, nel corso del tempo, le attività culturali sviluppate presso l'Università di Pavia.

Nuova "Carta dei Servizi" dei Musei Civici di Pavia

E' disponibile online la nuova Carta dei Servizi dei Musei Civici di Pavia, con una presentazione del Museo, la descrizione del patrimonio artistico in esposizione e l'elencazione di tutti i servizi offerti.

Ufficio I.A.T.

Palazzo del Broletto - Via del Comune 18
Tel. +39 0382.079943 - turismo@comune.pv.it

da Marzo a Ottobre:

  • Lunedì - Giovedì: ore 9:00-13:00 / 14:00-17:00
  • Venerdì: ore 9:00-13:00 / 15:00-17:00
  • Sabato,  Domenica e festivi: ore 10:00-13:00 / 15:00-18:00

 da Novembre a Febbraio:

  • Lunedì - Giovedì: ore 9:00-13:00 / 14:00-17:00
  • Venerdì: ore 9:00-13:00 / 15:00-17:00
  • Sabato,  Domenica e festivi: ore 10:00-13:00

Info Point
Piazza della stazione
tel +39 0382 538769;
email:  infopointpavia@gmail.com