Mostre

 
Visualizza come: GrigliaCalendarioMappa
 
Giovanni da Pisa. Un polittico da ricostruire
  Mostra

Presentazione del restauro e dell'inedito allestimento con la ricomposizione dei quattro dipinti

dal 09/03/2018  al 09/09/2018
 

Venerdì 9 marzo alle 16.30 presso il Castello Visconteo di Pavia si terrà la conferenza di presentazione di un importante progetto di restauro e di valorizzazione nato dalla collaborazione virtuosa di tre istituzioni museali - Palazzo Madama di Torino, Museo Diocesano di Genova e Musei Civici di Pavia - con il Centro Conservazione e Restauro "La Venaria Reale", dove sono state restaurate le quattro tavole attribuite al pittore ligure d'inizio Quattrocento Giovanni da Pisa, originariamente appartenenti a un medesimo polittico.   Si tratta di San Leonardo e Santa Chiara, di proprietà privata e concesse in deposito a Palazzo Madama, di una Sant'Agata dei Musei Civici di Pavia e di una Madonna col Bambino del Museo Diocesano di Genova, proveniente dalla chiesa di Santa Fede e in deposito presso il Museo Diocesano di Genova.  Il restauro effettuato a Venaria, diretto dai Musei e dalla Soprintendenza, ha consentito un sostanziale avanzamento delle conoscenze sulle opere, non soltanto dal punto di vista materiale ma anche da quello dell'inquadramento storico-critico.  In seguito a questo intervento, si è aperta la possibilità di sottoporre a una nuova verifica l'ipotesi già da tempo formulata dalla critica, di una comune provenienza delle due tavole e degli altri due dipinti presentati in mostra: la Sant'Agata conservata presso i Musei Civici di Pavia, proveniente dalla collezione di Giovan Carlo Francesco Reale, già conservatore dello Stabilimento di Belle Arti Malaspina, legata al museo nel 1892,  e la Madonna col Bambino del Museo Diocesano di Genova. Gli studi hanno inoltre consentito di ipotizzare che a completare il polittico ci fosse una quinta tavola: un frammentario San Lorenzo di cui si ignora la attuale ubicazione.  L'esposizione delle quattro opere per la prima volta insieme consente di illustrare la ricostruzione del polittico, le possibili ipotesi sul luogo di provenienza e i dati tecnici emersi nel corso del restauro.  Durante la conferenza interverranno l'Assessore alla Cultura del Comune di Pavia, Giacomo Galazzo, la direttrice del Museo Diocesano di Genova, Paola Martini, e la giovane restauratrice che ha sviluppato il progetto presso i Laboratori di Venaria Reale, Martina Quadrelli.

Eventi per:  Per tutti0-99
 
GOYA. Follia e ragione all'alba della modernità
  Mostra

Follia e ragione all’alba della modernità. Capricci | Disastri della guerra | Tauromachia | Follie

dal 31/03/2018  al 24/06/2018
 

La mostra è prorogata fino al 24 giugno 2018. Prenota la tua visita guidata gratuita. Ogni sabato alle ore 16, il costo è incluso nel biglietto di ingresso. Info e prenotazioni: 0382.399770 - prenotagoya@comune.pv.it Iniziative speciali: Goya y sangría. Aperitivi in mostra Aperitivi a tema con visita guidata alla mostra Venerdì 15, venerdì 22 e domenica 24 giugno, dalle 18.30 alle 21.00 Per tutti gli aggironamenti seguici anche sulla pagina Facebook museicivici.pavia   Ai Musei Civici di Pavia arrivano i grandi cicli grafici del maestro spagnolo. “Goya. Follia e ragione all’alba della modernità”: questo il titolo della mostra in programma dal 31 marzo al 24 giugno 2018 al Castello Visconteo. L’evento è organizzato in collaborazione con il Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo (RA), dove l’esposizione ha avuto luogo nell’autunno 2017. Genio innovatore e anticonformista, Francisco Goya (1748-1828) è uno dei pochi esempi di artista la cui grandezza si rivela pienamente nelle incisioni. Non sarebbe stato infatti possibile per Goya raggiungere le vette della notorietà mondiale senza i suoi capolavori grafici, vale a dire i grandi cicli incisori: i Capricci, i Disastri della guerra, le Follie e la Tauromachia. La mostra allestita al Castello Visconteo di Pavia riunisce tutti e quattro i cicli, con oltre 200 opere esposte realizzate ad acquaforte, acquatinta, puntasecca e bulino. I Musei Civici di Pavia, che conservano l’antica collezione di stampe del marchese Malaspina, hanno da sempre una particolare attenzione per la grafica: la mostra è una straordinaria occasione per ammirare tutti insieme i capolavori grafici con cui, all’inizio dell'Ottocento, l'artista spagnolo ha spalancato la strada ad un nuovo modo di intendere l'arte e di guardare il mondo. In sostanza, ad una nuova epoca. Le opere di Goya sono lo spunto anche per una serie di laboratori sulle varie tecniche di incisione e stampa per adulti e per famiglie. «Tale scelta conferma la volontà di proporre mostre temporanee con uno stretto legame con il patrimonio dei Musei Civici. Cercare di costruire percorsi comuni tra istituti di cultura è una missione che consideriamo fondamentale e per questo abbiamo deciso di collaborare in questa occasione con il Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo, con la speranza che da qui possa nascere un dialogo che continui in futuro» sottolinea l’Assessore alla Cultura, Giacomo Galazzo. L’inaugurazione si svolgerà sabato 31 marzo alle ore 11 alla presenza delle Autorità del Comune di Pavia e dei curatori della mostra, Patrizia Foglia, storica dell’arte, e Diego Galizzi, direttore del Museo Civico delle Cappuccine di Bagnacavallo.   GOYA. Follia e ragione all’alba della modernità Capricci |Disastri della guerra |Follie |Tauromachia Musei Civici del Castello Visconteo – viale XI febbraio 35 – PAVIA 31 marzo - 24 giugno 2018 Orari mostra: da martedì a domenica h 10.00 - 18.00 (la biglietteria chiude alle 17.00) Sabato 31 marzo la mostra apre al pubblico alle ore 13.00 Aperta a Pasqua, Lunedì dell’Angelo, 25 aprile, 1 maggio e 2 giugno Apertura serale speciale (fino alle 24): 19 maggio Ingresso: - biglietto intero € 8 - ridotto convenzionati € 6 (FAI, Touring Club, Amici dei Musei Pavesi) - ridotto speciale € 4 fino a 26 anni e oltre i 70 anni Chi acquista il biglietto per la mostra di Goya può accedere anche ai Musei Civici con un biglietto supplementare di € 2. Ridotto € 6 per i possessori di biglietto della mostra "Steve McCurry. Icons" in corso alle Scuderie del Castello Visconteo (allo stesso modo i possessori di biglietto intero della mostra di Goya hanno diritto all'ingresso ridotto alla mostra di Steve McCurry). Mostra in abbonamento: ingresso gratuito per i possessori di Abbonamento Musei Lombardia Milano. Prenotazione obbligatoria per gruppi di almeno 15 persone e scuole: prenotagoya@comune.pv.it Laboratori di incisione/stampa per bambini, ragazzi, adulti: programma e calendario disponibile a breve! Catalogo edito da Editfaenza: 15 €   Per informazioni: Musei Civici di Pavia Tel. 0382.399770 Mail museicivici@comune.pv.it www.museicivici.pavia.it Facebook: museicivici.pavia  

Eventi per:  Per tutti0-99
 
 
Una storia militante prima, durante e dopo il '68
  Mostra

prima, durante e dopo il '68 pavese nelle carte di Lanfranco Bolis

dal 02/05/2018  al 30/06/2018
 

ll 2 maggio 2018 alle 17.00 si inaugura a Pavia, nella prestigiosa cornice del Salone Teresiano - Strada Nuova 65 - la mostra: "Una Storia Militante. Prima, durante e dopo il '68 pavese nei manifesti e nelle carte di Lanfranco Bolis". All'inaugurazione parteciperà lo storico Giovanni De Luna con una conferenza dal titolo "Giovani nel '900: gli anni del '68..." introdotto da Pierangelo Lombardi, direttore dell'Istituto pavese per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea di Pavia e curatore della mostra. L'inaugurazione proseguirà dalle ore 18.30 nell'adiacente Aula Forlanini con un brindisi allietato dalla Big Dive Band Jazz, direttore Tito Mangialajo Rantzer. Il 1968 è stato un anno di svolta, di novità, di ribellione in tutto il mondo. Comunque lo si voglia giudicare, uno spartiacque tra due epoche e un crinale tra due mondi. La fine di un'epoca (ciclo economico e modernizzazione sociale e culturale) e l'inizio di una fase nuova (quadri mentali, irruzione di nuove culture e nuovi consumi, gerarchie familiari e sociali, rapporti generazionali) rappresentano sicuramente l'aspetto storicamente più rilevante, laddove vicenda globale, nazionale e locale interagiscono tra loro nel definire natura, caratteri ed esiti del processo. Scegliendo di non isolare il '68, evitando ogni feticismo per la data in sé, ma volendo, appunto, collocarla nel più ampio contesto delle premesse e di alcuni suoi esiti, si è individuato nelle carte e nei manifesti conservati da Lanfranco Bolis, leader di primo piano del movimento pavese, una stimolante chiave di lettura, certo parziale, ma non per questo meno suggestiva, capace di accompagnare il visitatore in un percorso nel quale biografia personale, dinamica nazionale e internazionale, storia e storie locali suggeriscono una rappresentazione degli eventi deliberatamente condotta sul filo di un dinamico e tensivo rapporto tra storia e memoria. La mostra, accompagnata da conferenze, dibattiti, testimonianze e da una rassegna cinematografica, sarà articolata in due sedi: l'esposizione dei manifesti nell'Aula Forlanini dell'Università di Pavia; libri, volantini e altro materiale documentario nel Salone Teresiano della Biblioteca Universitaria.

Eventi per:  Per tutti0-99
 
Francesca Moscheni - I segni di Dio
  Mostra

Mostra fotografica a cura di Roberto Mutti

dal 09/05/2018  al 23/06/2018
 

Inaugurazione mercoledì 9 maggio, ore 18, Spazio SID, Broletto, Piazza della Vittoria, Pavia. Riapre presso il palazzo del Broletto il SID "Rossana Bossaglia", lo Spazio Immagine Design, creato, nell'ambito del progetto "Pavia in rete", sostenuto da Fondazione Cariplo, per valorizzare e promuovere l'arte contemporanea. Riapre con una personale della fotografa Francesca Moscheni: è la prima di un ciclo di quattro esposizioni, curate da Roberto Mutti. Giacomo Galazzo, Assessore alla Cultura, dichiara: «Riapre lo Spazio Immagine Design, ancora con la programmazione a cura del Prof. Roberto Mutti. L'anno scorso questo spazio ha rappresentato una novità importante nella programmazione culturale pavese, divenendo un luogo in cui mettere alla prova grandi talenti nel campo dell'arte fotografica. Allo stesso modo la programmazione 2018 tornerà su questo terreno, con un ciclo di esposizioni che si caratterizzeranno per i temi di grande spessore culturale e per l'investimento sulla ricerca nel campo della fotografia, contribuendo insieme alla programmazione della Sala A a qualificare il Broletto come spazio privilegiato per l'arte contemporanea in città». Spiega Roberto Mutti: «Il lavoro che Francesca Moscheni ha realizzato con il titolo I segni di Dio nasce apparentemente ai margini della sua professione, dato che queste fotografie sono state scattate durante alcuni reportage di viaggio quando l'esigenza di non fermarsi alla conclusione dei lavori commissionati, l'ha spinta a cercare altre vie. L'idea era quella di cogliere quanto di simbolicamente significativo emerge nei segni delle civiltà, di accostare, fondendoli, elementi di una spiritualità che caratterizza le tre grandi religioni monoteiste nate nell'area del Mediterraneo, facendo emergere una bellezza del sacro che va ben oltre la sola dimensione della devozione».   FRANCESCA MOSCHENI. I SEGNI DI DIO Mostra fotografica a cura di Roberto Mutti Spazio SID, Broletto, Piazza della Vittoria, Pavia 9 maggio – 23 giugno Inaugurazione mercoledì 9 maggio, ore 18 Aperta giovedì e venerdì 16-19, sabato e domenica 10-12.30, 16-19 Info: Settore Cultura, Istruzione e Politiche Giovanili tel. 0382.399343 cultura@comune.pv.it www.vivipavia.it

Eventi per:  Per tutti0-99
 
Bipersonale di Marianna Bussola e Giorgio Cecchinato
  Mostra

Bipersonale di Marianna Bussola e Giorgio Cecchinato

dal 09/06/2018  al 08/07/2018
 

Sabato 9 giugno, alle ore 18, presso lo Spazio per le Arti contemporanee del Broletto, s'inaugura la mostra di Marianna Bussola e Giorgio Cecchinato "Incatenarsi all'oro e al vento". Si tratta della seconda esposizione dei due artisti a Pavia dopo la precedente "Ogni stagione contiene il sogno dell'altra", tenutasi nel novembre 2016 nella galleria pavese Formaprima - uno spazio privato dedicato alla promozione dell'arte contemporanea. Il progetto nasce in seno a un rapporto di collaborazione tra l'assessorato alla Cultura e Formaprima incoraggiato e promosso dal direttore dei Musei Civici, Francesca Porreca, con l'obiettivo di fare sistema per la promozione e lo sviluppo dell'arte contemporanea negli spazi espositivi del Broletto, in collaborazione con le gallerie private presenti in città con la vocazione per lo sviluppo di progetti di artisti contemporanei originali e innovativi, a partire dalla Galleria Formaprima, gestita da Giulia Marinoni Marabelli, con sede in corso Garibaldi.

Eventi per:  Per tutti0-99
 
 
Goya y sangría. Aperitivi in mostra

Aperitivi a tema con visita guidata della mostra al Castello Visconteo

dal 15/06/2018  al 24/06/2018
 

Per assaporare fino in fondo l'arte del maestro spagnolo, i Musei Civici di Pavia propongono tre serate speciali in cui ammirare i capolavori grafici di Goya con visita guidata gratuita e gustando un aperitivo a tema, il tutto nella meravigliosa cornice del Castello Visconteo al tramonto. Nelle serate di venerdì 15 giugno, 22 giugno e, come finissage della mostra, domenica 24 giugno, sempre tra le 18.30 e le 21.00, al costo di 10 € il pubblico avrà diritto all'ingresso in mostra – aperta specialmente in questa occasione – con visita guidata gratuita e aperitivo. Ai partecipanti sarà riservato un omaggio. Consigliata la prenotazione: prenotagoya@comune.pv.it - 0382.399770

Eventi per:  Per tutti0-99
 
VOX ANIMAE
  Mostra

L'ARTE ITALIANA E RUSSA A CONFRONTO

dal 22/06/2018  al 24/06/2018
 

Dal 22 al 24 Giugno 2018 la rassegna internazionale di arte alta e spirituale arriverà nella città di Pavia. La mostra si terrà nella chiesa sconsacrata di Santa Maria Gualtieri e vedrà esposte più di 70 opere pittoriche e scultoree di artisti italiani e russi . VOX ANIMAE "L'ARTE VOCE DELL'ANIMA" - progetto artistico ideato da ITALIART e RUART con il patrocinio di Euroartalliance, che vede protagonista l'Arte come veicolo ed espressione di spiritualità ,sia essa in forma religiosa che laica, ma sempre legata ad una ricerca introspettiva volta a rappresentare l'invisibile e lo spirituale. Una seconda edizione ancor più "mistica" e suggestiva della precedente tenutasi presso l'Ambrosianeum di Milano, poiché ambientata tra le antiche mura della chiesa sconsacrata di Santa Maria Gualtieri, inestimabile gioiello architettonico sito nella piazza centrale della storica città di Pavia a pochi metri dal Duomo. VOX ANIMAE 2018 sarà ancora una volta una rassegna all' insegna dell'alta qualità artistica ma , forte del successo riscosso con la prima edizione , sarà anche un immancabile appuntamento per collezionisti e amanti d'arte . La mostra si articola su 3 tematiche principali, che rappresentano i punti di un "percorso" dell'Anima intesa come entità creativa la quale, mediante la ricerca ed esplorazione emozionale, può trovare espressione nella propria soggettività laica, nella religione o nelle fantastiche rappresentazioni; un percorso riconducibile anche alle più classiche parabole religiose , dove "l'anima persa" prima concentrata solo sulla ricerca terrena attraverso "la guida" della religione giunge alla visione del divino La selezione proposta dalla rassegna include le migliori opere degli artisti italiani e russi sulla base della qualità e pertinenza con le tematiche proposte, siano esse rappresentate dall' artista in chiave laica o religiosa senza alcuna differenza . Il VERNISSAGE della mostra si terrà il giorno 22 GIUGNO DALLE ORE 18.00 ALLE ORE 20.00 CIRCA. La serata di apertura della mostra prevede anche un breve rinfresco con la partecipazione degli artisti che arriveranno a Pavia da vari paesi italiani e russi per celebrare questo importante evento artistico . La mostra "VOX ANIMAE" sarà aperta al pubblico anche nei giorni successivi, 23 e 24 GIUGNO 2018, dalle ore 10.00 alle ore 18.00. Ingresso libero.

Eventi per:  Per tutti0-99
 
Goya, non solo Capricci

Laboratorio per bambini nell'ambito della mostra al Castello Visconteo

23/06/2018
23/06/2018
15:00 - 17:00
 

Per avvicinare anche i più piccoli all'arte della stampa si propone un laboratorio di incisione e di approccio alla serialità. I bambini verranno introdotti dall'artista Rosina Tallarico alla sperimentazione di alcune tecniche espressive con l'uso di strumenti incisori su plexiglass, faesite e adigraf. Potranno poi apprezzare l'esito dei loro piccoli capolavori grazie alla stampa dal vivo anche col torchio calcografico che sarà appositamente allestito nel laboratorio. Sabato 23 giugno 2018, ore 15 (fino alle 17), per bambini dai 7 ai 10 anni. I genitori potranno assistere (e partecipare alla visita guidata gratuita inclusa nel biglietto della mostra Goya, alle ore 16). Ai partecipanti sarà riservato un omaggio. Costo: 8 € a bambino. Prenotazione obbligatoria: prenotagoya@comune.pv.it - 0382 399770

Eventi per:  Bambini0-14