Pavia in due giorni

Pavia in due giorni
mappa

Questo percorso offre al visitatore la possibilità di programmare un soggiorno prolungato in città partendo dal Castello Visconteo, sede dei Musei Civici che ospitano le collezioni di pittura, di scultura e di archeologia. Proseguire lungo questo itinerario è quanto di più affascinante per andare alla scoperta del ricco patrimonio storico e architettonico che offre la Pavia, una città antica che gioca anche sulla modernità del presente per non perdere tracce della sua storia.

Per una pausa, scopri i negozi e locali storici della città

Per pernottare, visita la pagina dedicata all'accoglienza

Fuori città, una decina di chilometri a nord in direzione Milano, scopri la Certosa di Pavia

I Luoghi

Castello Visconteo
Castello

Castello Visconteo

Piazza Castello, Pavia

Fu edificato da Galeazzo II Visconti a partire dal 1360 e terminato in soli cinque anni. Più che castello militare di difesa fu splendida e raffinata residenza di corte.

Duomo
Chiesa

Duomo

Piazza del Duomo, Pavia

La cittadinanza pavese promosse, a partire dal 1488, la riedificazione di un Duomo in forme rinascimentali per sostituire le antiche cattedrali romaniche di Santo Stefano e Santa Maria del Popolo.

Piazza Vittoria
Piazza

Piazza Vittoria

Piazza Vittoria, Pavia

Piazza Vittoria è la piazza principale della città, anticamente nota come “Platea Magna”, piazza grande, in contrapposizione alla “piccola”, “Platea Parva”, piazza Duomo.

Ponte Coperto
Ponte

Ponte Coperto

Ponte Coperto, Pavia

Ricostruito a metà del Trecento in sostituzione dell’antico ponte romano (di cui si vedono tuttora le pile), collega il centro storico della città con il pittoresco borgo medievale al di là del Ticino, tradizionale località di lavandaie, cavatori di ghiaia e pescatori.

San Francesco
Chiesa

San Francesco

Piazzetta S. Francesco D'Assisi, Pavia

La chiesa di San Francesco (detta anche di San Francesco Grande), che – iniziata attorno al 1230 – risulta pressoché ultimata nel 1298, venne costruita come sede di un convento francescano.

San Michele
Chiesa

San Michele

Piazza S. Michele, Pavia

Capolavoro dell’architettura romanica lombarda, la basilica ha un grandioso impianto a tre navate, sormontato dal tiburio, ed è decorata da un ricco apparato decorativo di cui sono esempio le sculture della facciata, i rilievi e le fasce zoomorfe, le cornici a girali e tralci vegetali.

San Pietro in Ciel d'Oro
Chiesa

San Pietro in Ciel d'Oro

Piazza S. Pietro in Ciel D'Oro, Pavia

L’edificio, rinnovato nel XII secolo in forme romaniche, deve la sua fama a livello europeo alla presenza delle spoglie di Sant’Agostino, qui traslate nel VIII secolo dalla Sardegna per volontà del re longobardo Liutprando, pure lui sepolto nella chiesa.

San Teodoro
Chiesa

San Teodoro

Piazza S. Teodoro, Pavia

Al centro del quartiere medievale dei pescatori si trova l’edificio, dalla rossa fronte in mattoni. La chiesa, dedicata ad uno dei protettori della città, accoglie al suo interno numerose testimonianze votive.

Santa Maria del Carmine
Chiesa

Santa Maria del Carmine

Piazza del Carmine, Pavia

La chiesa – capolavoro del gotico lombardo, attribuita a Bernardo da Venezia – fu iniziata negli anni tra il 1360 ed il 1380, e si poté dire conclusa solo verso la fine del sec. XV.

Santa Maria in Betlem
Chiesa

Santa Maria in Betlem

Via dei Mille, Pavia

La chiesa romanica (XII sec.) è situata sull’asse viario del Borgo Ticino, antico quartiere fuori dalle mura cittadine, percorso nel Medioevo dai pellegrini diretti in Oriente.

Teatro Fraschini
Teatro

Teatro Fraschini

Corso Strada Nuova 136, Pavia

Il primo teatro pubblico cittadino si deve all’iniziativa di quattro esponenti del patriziato locale, da cui l’antica denominazione di “Teatro dei Quattro Cavalieri”.

Torri medievali
Torre

Torri medievali

Delle cento e forse più torri che contrassegnavano il profilo della città medievale ne restano integre oggi solo cinque: tre nella piazza dell’Università e due in via Luigi Porta.

Università
Palazzo

Università

Corso Strada Nuova 65, Pavia

È tra gli atenei più antichi d’Europa per fondazione: Galeazzo II Visconti ne promosse l’apertura nel 1361 attivando gli studi di diritto, medicina e arti liberali.