Conflitto in Siria - Il Rojava: laboratorio politico-sociale e fronte di guerra

16/01/2020á 17:00á-á 19:00

16/01/2020

Biblioteca Universitaria
Corso Strada Nuova, 65
Accessibile
immagine presa dalla locandina

Organizzato da

Biblioteca Universitaria di Pavia
Telefono: 038224764
E-mail: antonella.campagna@unipv.it
á
Biblioteca Universitaria
Corso Strada Nuova, 65

Nell'ambito della nona edizione del progetto "incontri con la scuola", l'Associazione Culturale il Demetrio in collaborazione con ANPI, Biblioteca Universitaria, Centro Servizio Volontariato promuovono un approfondimento aperto a tutta la cittadinanza sul Conflitto in Siria - Il Rojava: laboratorio politico-sociale e fronte di guerra giovedý 16 gennaio alle ore 17 presso il Salone Teresiano della Biblioteca Universitaria di Pavia.

L'incontro, moderato da Maurizio Schiavo, prevede gli interventi di Gastone Breccia docente di CiviltÓ bizantina, Letteratura bizantina e Storia militare antica presso l'UniversitÓ di Pavia, autore tra l'altro di Guerra all'ISIS. Diario dal fronte curdo (Bologna, Il Mulino, 2016); e Andrea Governale autore della Tesi di Laurea L'internazionalismo rivoluzionario: il caso dei combattenti italiani nella Siria del Nord (UniversitÓ di Torino Dipartimento di Culture, Politica e SocietÓ.Corso di Laurea Magistrale in Scienze internazionali 2018/2019).

Negli ultimi anni, la popolazione curda della Siria nord-orientale ha costituito un governo autonomo da Damasco, sopravvissuto a fatica alle durezze della guerra contro l'ISIS e all'isolamento politico-economico. L'esperienza del Rojava (ovvero "Occidente", per i curdi) Ŕ estremamente interessante sotto molti punti di vista: il tentativo di realizzare un tipo di amministrazione pubblica fondata sul "confederalismo democratico"; l'attenzione alla paritÓ di genere e all'integrazione culturale tra le varie etnie presenti sul territorio; la capacitÓ, non da ultimo, di affrontare il problema militare della lotta contro l'ISIS, culminata nell'eroica resistenza a Kobane (2015) e nella riconquista di Raqqa (2018), alla quale hanno partecipato numerosi volontari stranieri - tra i quali non pochi giovani italiani.

Approfondimenti