La Belle Époque

15/11/2019 - 19/11/2019
Cinema Teatro Politeama
Corso Cavour 20, Pavia
Accessibile
Eventi per: Per tutti0-99
I protagonisti seduti al tavolino di un Bar Cafè

Info

Orari:

Venerdì 15 novembre, ore 21:00 (V.O. con sottotitoli in Italiano)
Sabato 16 novembre, ore 16:00 – 18:30 – 21:00
Domenica 17 novembre, ore 15:30 – 18:00 – 20:30
Martedì 19 novembre, ore 21:00

Rassegna "Programmazione Politeama"
Prezzo ingresso: Da 5 € a 7,50 €

Organizzato da

Fondazione Teatro Fraschini
Telefono: 0382.3711
E-mail: gsoggetti@teatrofraschini.org
 
Cinema Teatro Politeama
Corso Cavour 20, Pavia

REGIA: Nicolas Bedos
ANNO: 2019
PAESE DI PRODUZIONE: Francia
DURATA: 115'
SCENEGGIATURA: Nicolas Bedos
CAST: Daniel Auteuil, Guillaume Canet, Fanny Ardant, Pierre Arditi e Lizzie Brocheré

Una messa in scena gioiosa di un cinema che regala un sorriso persistente allo spettatore. Victor e Marianne sono sposati e 'inversi'. Lui vorrebbe ritornare al passato, lei andare avanti.

Disegnatore disoccupato che rifiuta il presente e il digitale, Victor è costretto a lasciare il tetto coniugale. A cacciarlo è Marianne, psicanalista dispotica che ha bisogno di stimoli e ne trova di erotici in François, il migliore amico di Victor. Vecchio e disilluso, Victor accetta l'invito della Time Traveller, una curiosa agenzia che mette in scena il passato.

A dirigerla con scrupolo maniacale è Antoine, che regala ai suoi clienti la possibilità di vivere nell'epoca prediletta grazie a sontuose scenografie e a un gruppo di attori rodati. Tutto è possibile, bere un bicchiere con Hemingway o sparare sull'aristocrazia del XVIII secolo.

Victor sceglie di rivivere il suo incontro con Marianne, una sera di maggio del 1974 in un cafè di Lione ("La belle époque"). Sedotto dal fascino dell'attrice che interpreta la sua consorte a vent'anni, Victor col passato trova il futuro.

Nicolas Bedos, ossessionato dal passaggio del tempo ("Un amore sopra le righe"), torna sui soggetti di predilezione: l'usura dei sentimenti e il rimpianto delle occasioni perdute. A sopportare gli oltraggi degli anni questa volta sono Fanny Ardant e Daniel Auteuil che interpretano con smalto una coppia sull'orlo di una crisi di nervi.

Un uomo e una donna che da troppo tempo non condividono più niente e conducono vite parallele. Intorno a loro gravitano Guillaume Canet, regista tirannico e nevrotico, comme d'habitude, e Doria Tillier, compagna a intermittenza del personaggio di Canet che innamora il vecchio disegnatore di Auteuil.