Agenda

Agenda

Visualizza come: GrigliaCalendarioMappa

Eventi di venerdì 01 febbraio 2019

Foto con bambini
  Mostra

dal 12/01/2019  al 02/02/2019
Via Siro Comi 8
Via Siro Comi 8, Pavia
 

Andrea Rocchelli detto Andy (27 Settembre 1983 – 24 Maggio 2014), cresciuto a Pavia, è stato un fotoreporter freelance, membro e fondatore di Cesura, un collettivo indipendente mirato alla produzione di progetti fotografici senza compromessi commerciali. Il portfolio fotogiornalistico di Andy è molto variegato: ha documentato il fenomeno del velinismo in Italia, la Primavera Araba in Libia e Tunisia, le violazioni dei diritti umani in Kyrgyzstan ed Ingushetia, le condizioni dei migranti in Italia meridionale e il loro sfruttamento da parte della criminalità organizzata. L'Europa orientale e la Russia sono state aree geografiche di spiccato interesse per Andy. Le sue foto sono state pubblicate da testate internazionali quali Le Monde, Newsweek, The Wall Street Journal, Neue Zürcher Zeitung, Kommersant e Novaya Gazeta. Andy è stato ucciso, insieme all'attivista dei diritti umani ed interprete Andrei Mironov, il 24 Maggio 2014 ad Andreyevka, vicino a Sloviansk, in Ucraina, mentre documentava le condizioni dei civili intrappolati nel conflitto del Donbass. Le autorità inquirenti italiane hanno riconosciuto l'attacco di artiglieria come tiro mirato e non accidentale. A luglio 2018 è iniziato presso il Tribunale di Pavia il processo in Corte d'Assise contro Vitaly Markiv imputato di concorso in omicidio per l'uccisione di Andrea Rocchelli, per il quale è stato chiamato in causa anche il governo ucraino. Questa mostra nasce dal desiderio di non dimenticare Andy, l'importanza del lavoro che ha svolto in questi anni, nella speranza che ciò che è capitato a lui e a molti altri giornalisti possa non ripetersi La mostra è organizzata dagli amici di Andy, in collaborazione con l'Osteria letteraria Sottovento, Cesura e patrocinata dal Comune di Pavia. Vi invitiamo al finissage della mostra, sabato 2 febbraio 2019 Per saperne di più, consulta il blog andyrocchelli.com e iscriviti alla newsletter.

Eventi per:  Per tutti0-99
 
Diamo i numeri

dal 10/01/2019  al 13/02/2019
Luoghi vari
Luoghi vari, Pavia
 

A partire dal 10 gennaio e sino al 13 febbraio 2019 Pavia, in Santa Maria Gualtieri e nei Collegi Cairoli e Ghislieri, ospiterà una mostra denominata Diamo i numeri. La mostra DIN si rivolge alle scuole, dalle primarie sino alle secondarie superiori, e più in generale alla cittadinanza con l'obiettivo di sensibilizzare sui temi della ludopatia e dimostrare che la matematica, la probabilità e la statistica sono divertenti e utili nella quotidianità. La mostra DIN si compone di tre sezioni, ognuna delle quali trova una precisa collocazione: Collegio Cairoli – sezione DITA (matematica): aperta dal lunedì al sabato 9-13/14-17   Collegio Ghislieri – sezione DATI (statistica e big data): aperta dal lunedì al sabato 9-13/14-17   Santa Maria Gualtieri – sezione DADI (teoria della probabilità): aperta dal lunedì alla domenica 9-13/14-17 L'accesso alle diverse sezioni della Mostra, facilitato da animatori che accompagneranno i visitatori, è libero e gratuito. Durante la settimana verrà data la precedenza alle scuole che potranno prenotare la visita scrivendo a 1357din@gmail.com La Mostra, della quale il Comune di Pavia è uno dei co organizzatori locali, si inserisce all'interno delle iniziative di contrasto al gioco d'azzardo dell'Amministrazione.   ..

Eventi per:  Per tutti0-99
 
immagine della locandina con testo descrittivo
  Mostra

Carlo Forlanini e la prima vittoria sulla tubercolosi"

dal 20/10/2018  al 23/03/2019
 

22 ottobre 2018 - 23 marzo 2019 Pavia, Sistema Museale di Ateneo - Museo per la Storia dell'Università, Strada Nuova 65 Il Sistema Museale dell'Università di Pavia celebra con una mostra allestita presso il Museo per la Storia il centenario dalla morte di Carlo Forlanini, il primo clinico a proporre un metodo di cura efficace per la tubercolosi polmonare: il pneumotorace artificiale. Carlo Forlanini, nato nel 1847 a Milano, fu prima studente, e allievo del Collegio Borromeo, poi docente dell'Università di Pavia. Interrotti gli studi per arruolarsi volontario nelle truppe garibaldine, partecipò alla battaglia vittoriosa di Bezzecca; rientrato a Pavia, i suoi studi sembrarono concentrarsi per un periodo sull'oftalmologia, per poi dirigersi con decisione sulla clinica e patologia respiratoria. Tragicamente rimasto orfano di madre, malata di tisi, in età infantile, si dedicò allo studio di metodologie per il trattamento della tubercolosi e giunse a proporre nel 1882 l'uso del pneumotorace artificiale a scopo curativo. Forlanini si adoperò quindi con costanza allo sviluppo della tecnica da lui ideata, disegnando egli stesso gli strumenti necessari, spesso consultandosi con il fratello ingegnere, Enrico, e supportato dal fratello Giuseppe, primario dell'Ospedale Maggiore di Milano. Fu solo nel 1912, tuttavia, al Congresso internazionale contro la tubercolosi tenutosi a Roma, che la validità del pneumotorace artificiale come terapia tubercolare riconosciuta ufficialmente. Il congresso coronò trenta anni di studio e di ricerca, che avevano portato grandi benefici ad innumerevoli pazienti. Nella sala per le mostre temporanee del Museo per la storia i visitatori verranno guidati attraverso una breve storia della tubercolosi nel corso dei secoli. Si parlerà dei sanatori, luoghi dalle caratteristiche architettoniche studiate appositamente per favorire il miglioramento delle condizioni di salute dei pazienti, e della vita che vi si svolgeva; si scopriranno i metodi di prevenzione e informazione messi in atto per fermare il diffondersi del morbo, con un'analisi delle campagne comunicative antitubercolari; la visita si concluderà infine con alcuni dati sull'incidenza della malattia oggigiorno. Nella mostra sarà possibile osservare gli strumenti ideati da Forlanini per indurre il pneumotorace artificiale e documenti originali del clinico. Uno spazio sarà dedicato a musica e letteratura, a testimonianza del profondo segno lasciato dalla malattia nell'arte. Il percorso sarà inoltre arricchito da una video presentazione di opere pittoriche e fotografiche che, spaziando per un arco di tempo di quattro secoli, rappresenterà aspetti emotivi ma anche terapeutici della malattia. Alcuni oggetti in esposizione provengono da importanti istituzioni di Pavia: Collegio Borromeo, di cui Forlanini era stato allievo dal 1864, Archivio storico dell'Università, Biblioteca Universitaria, Museo Camillo Golgi e Museo di Storia Naturale dell'Università, Musei Civici. L'inaugurazione avrà luogo sabato 20 ottobre 2018 alle ore 11 presso l'aula Scarpa (cortile dei caduti – palazzo centrale dell'Università di Pavia). Durante l'inaugurazione sarà inoltre presentato il volume "Il Morbo di Violetta: Carlo Forlanini e la prima vittoria sulla tubercolosi", un carnet de voyage con pagine imbastite a fisarmonica creato in collaborazione con l'editore Fiorina; il libretto costituisce un'utile guida ai contenuti della mostra. Orari di apertura lunedì e martedì dalle 14 alle 17 mercoledì – giovedì – venerdì dalle 9 alle 13 Aperture del sabato: 27 ottobre, 10 e 24 novembre, 15 e 29 dicembre, 12 e 26 gennaio, 9 e 23 febbraio, 9 e 23 marzo dalle 15.30 alle 18.30. L'ingresso alla mostra è incluso nel costo del biglietto di accesso al Museo. Per informazioni sugli orari di apertura, costi e visite guidate: http://musei.unipv.it  infomusei@unipv.it  0382986916

Eventi per:  Per tutti0-99
 
 
immagine di una madre con in braccio il bambino
  Mostra

dal 30/11/2018  al 30/03/2019
Via Giulotto 12
Via Giulotto 12, Pavia
 

La Residenza Universitaria Biomedica della Fondazione Collegio S. Caterina da Siena dedica al tema della maternità un ciclo di conferenze ed una mostra. Quest'ultima espone in tre sale circa 150 opere tra sculture, pitture, stampe, ceramiche e fotografie di varie epoche, provenienti da diversi Paesi del mondo: dalle immagini della Vergine Maria, Madre di Dio della tradizione cristiana, alle figure delle madri simbolo delle religioni orientali, dalle sculture dell'Africa subsahariana alle terrecotte dell'America precolombiana fino ai lavori di alcuni artisti pavesi contemporanei. Numerose fotografie, dalla fine dell'Ottocento agli anni Settanta del Novecento e alcuni scatti di fotografi contemporanei, completano il quadro delle aree geografiche e documentano la maternità in momenti di gioia, tenerezza, angoscia, fino a testimonianze della maternità perseguitata. Un ultimo settore propone scritti di famosi poeti, dedicati alla madre. 30 Novembre 2018 - 30 Marzo 2019 Lunedì - Venerdì, 14.00 - 18.30 Sabato, 10.00 - 12.00, ingresso gratuito Festivi su prenotazione - Visite guidate a richiesta Organizzata dalla Residenza Universitaria Bionedica (via Giulotto 12 PAVIA). La mostra rimarrà chiusa da Sabato 22 Dicembre 2018 a Sabato 5 Gennaio 2019 per le festività natalizie Informazioni: tel. 0382516762

Eventi per:  Per tutti0-99
 
immagine logo della rassegna

dal 15/11/2018  al 17/05/2019
 

La stagione teatrale 2018/2019 del Cineteatro Volta di Pavia Una stagione all'insegna della poetica della meraviglia, quella che ormai da anni pratica il direttore artistico Antonio Catalano. Otto appuntamenti, vari, diversi, per ripensare e riabitare lo spazio del teatro come un luogo non solo di spettacolo, ma di incontro. Sarà un lungo cammino, che percorreremo giorno per giorno, passo per passo, volta per volta. Buon viaggio a tutti noi!   PROGRAMMA 15/11/18 Ogni volta che si racconta una storia conferenza spettacolo | Marco Baliani   24/11/18 Giornata della fragilità evento speciale   13/12/18 Terza lezione di giardinaggio per giardinieri planetari | Lorenza Zambon   27/12/18 Quattro passi. Piccole passeggiate per sgranchirsi l'anima | di e con Antonio Catalano   30/12/18 Oh my God! | circo teatro con Olivia Ferraris   05/01/19 Le storie di Sindèl  | Matteo Curatella Le Mat   17/01/19 Il nostro amore schifo | Maniaci D'Amore   28/02/19 Laribiancos | Cada Die Teatro   14/03/19 Tempi maturi | Emanuele Arrigazzi   11/04/19 Piccolo canto di resurrezione | Musicali si cresce   17/05/19 GangGongGirls conferenza spettacolo | Ilenia Caleo, Beatrice Busi, Maddalena Fragnito, Silvia Calderoni ORARI inizio spettacolo ore 20.30 | aperitivo ore 19.30 servizio bus navetta gratuito al termine dello spettacolo (dal Teatro Volta a Piazza Petrarca) INFO cineteatrovolta@comune.pv.it

Eventi per:  Per tutti0-99
 
 
Vuoi segnalarci un evento?Iscriviti a VIVIPAVIA ComeDoveQuando